Utente
Cari Dottori sono una ragazza di 20 anni e sono qui dopo sette mesi a richiedere una vostra piccola opinione.
Ho due emorroidi interne (ho fatto la rettoscopia a giugno) e una ragade (visibile all'esplorazione digitale senza peraltro un ipertono dello sfintere anale). Il mio problema più grande è il prurito!!! E' diventato un incubo! Dopo varie pomate non so più cosa fare! Il proctologo mi disse che poteva essere causato dalle emorroidi o dalle ragade o dai parassiti. Ne soffro sia di giorno che di notte, ma soprattutto di notte quando dormo! Un giorno ho provato a "grattarmi" con l'aiuto della carta igienica e ho visto che era sporca (scusate i termini) di feci! Ho provato altre volte.. e in ogni occasione del prurito la carta igienica era sporca! Io però sono molto pulita! Mi faccio sempre il bidè la mattina e ogni volta che vado in bagno.. non capisco proprio!
Non è un prurito continuo! A volte passo anche quattro o cinque giorni senza il prurito ma poi si ripresenta per altri giorni e poi passa.. è un circolo che non finisce mai e io sono stufa. Cosa potrei fare? E' possibile guarire?
Vi ringrazio..

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Per prima cosa bisogna capire quale sia la causa del prurito: se e' riconducibile (dico per esempio) ad una ragade bastera' forse curare quest'ultima per sbarazzarsi dell'odioso sintomo. Se invece non ha una causa precisa lei e' certamente piu' sfortunata, e ci sara' piu' da fare per debellarlo. Intanto comunque le consiglio la lettura di questo articolo https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/46-il-prurito-anale-e-perianale.html
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta tempestiva.
Se può aiutare aggiungo che questo "sintomo" del prurito è iniziato da quando si è verificato il secondo o terzo episodio di sangue visibile nella carta igienica magari è riconducibile alle mie "amate" emorroidi anche, non saprei.
Analisi feci dovrei fare entro la prossima settimana, o almeno spero.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Puo' darsi. Ricordi pero' che prima di iniziare la terapia bisognera' essere certi della diagnosi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio nuovamente. Intanto mi sto curando la ragade, vedrò se con l'aiuto di queste creme riuscirà a passarmi tutto o quasi.

Ringrazio di cuore.

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
Mi scusi ancora il disturbo.. ma in questi due giorni si è aggiunto un "nuovo sintomo" e vorrei sapere se è o non correlato ai miei problemi (emorroidi e ragade).
Provo fastidio e qualche volta dolore all'altezza dello stomaco che si irradia alla schiena. Siccome il dolore mi ha svegliato questa notte (non è propriamente dolore ma è un fastidio a intermittenza) mi sono accorta che provavo fastidio anche "sotto la posizione" dello stomaco. Questo fastidio si attenua quando mangio qualcosa.. per poi ripresentarsi a digiuno. Girando in internet ho letto che potrebbe essere colon irritabile (malattia di cui ne soffro da tre anni ma non mi ha mai dato questo sintomo) potrebbe essere causato da esso e ci potrebbe essere un nesso tra "colon irritabile" e emorroidi/ragade?

Ringrazio, cordiali saluti.

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
A volte un nesso puo' esserci, nel senso che una cattiva alimentazione puo' causare o acuire sia i sintomi del colon irritabile che alcune patologie del canale anale. Escluderei invece il rapporto diretto, e cioe' che la ragade possa essere la causa del disturbi addominali da lei citati.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente
Descrivo brevemente cosa è successo ieri. All'ennesimo fastidio di prurito mi sono grattata con le unghie (so benissimo che non bisogna farlo ma è stato istintivo nemmeno ci pensavo) e mi sono accorta che tre le unghie c'era una "sostanza" cremosa sul bianco sporco, pochissima ma comunque c'era. Ho pensato potesse essere muco cervicale perché poco tempo prima ho avuto una perdita (sono in fase di ovulazione). Non contenta mi sono munita di uno specchio e allargandomi le natiche e un po' l'ano, mi scuso per la descrizione, ho notato due o tre "pezzettini" di consistenza cremosa solida di 2mm massimo, sul bianco/giallo, ho aspettato di vedere se si muovessero magari potevano essere dei vermetti, invece erano immobili, così ho preso un pezzetto di carta igienica e mi son pulita. La carta si è un po' sporcata di giallognolo poi riguardandomi non ho più visto nulla. Anche a distanza di due ore mi son riguardata.

Cosa potrebbe essere? So che magari la domanda puo' sembrare stupida ma potrebbe trattarsi di muco anale? Siccome non credo di averlo mai visto non so come potrebbe presentarsi, se liquido o cremoso, se bianco o giallo o marroncino, durante la defecazione o non.. Vorrei levarmi questo dubbio ecco. Aggiungo che non è mai successo e che ieri ho dovuto "trattenere" lo stimolo di andare in bagno perché in quel momento ero fuori in città, magari potrebbero essere dei residui non so..
Mi scuso per la descrizione ancora.
Saluti...

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non deve scusarsi per la descrizione perche' siamo qui per questo. Nonostante i suoi ammirevoli sforzi "narrativi" resta pero' per noi molto difficile, soltanto tramite le sue parole, rendersi conto di cosa possa trattarsi. Posso dirle che generalmente il muco e' biancastro e filamentoso, ma per avere certezze e' necessaria una visita proctologica.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente
Di biancastro e filamentoso non ho visto nulla e non era affatto così quello che "ho trovato io". Ancora il problema, se così fosse, non si è presentato ma se ricapitasse andrò senza alcun dubbio nuovamente dal proctologo.
Grazie.

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non e' necessario andare dal Proctologo solo al momento dell'urgenza: puo' anche programmare una visita di controllo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#12] dopo  
Utente
Gentile dottore, volevo informarla che ieri sono andata dal mio medico. Per il fastidio allo stomaco mi ha detto che potrebbe essere gastrite e prima di sottopormi ad una gastro devo prendere delle pasticche, se non funzionano optiamo per l'esame.
Per il problema prurito, emorroidi, ragade mi ha fatto prenotare una visita dal proctologo per il 5 Gennaio. Mi ha dato anche delle supposte per le emorroidi e mi ha anche detto che in caso non passasse vorrebbe parlare con me di un eventuale operazione per emorroidi e ragade.
Però a me mi sembra un po' azzardata come cosa.. lei pensa che un operazione possa essere la miglior cosa da fare?
In attesa di una risposta.. cordiali saluti.

[#13]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
No, non penso che si possa decidere di operare senza prima aver fatto una Visita Specialistica: forse il Collega voleva farle presente quali sono le varie possibilita' di terapia, e quella chirurgica senz'altro e' una di queste. Pero' bisogna vedere il suo caso nello specifico: il 5 gennaio avra' la sua risposta!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com