Utente
Salve,
da circa 8 giorni soffro di fortissimi dolori dovuti, probabilmente, all'infiammazione di emorroidi e/o ragadi, che mi provocano durante la defecazione anche fuoriuscita di sangue rosso vivo.
Il 31/5 devo fare una visita dal proctologo, ma ho paura che in quel giorno debba avere ancora tutto infiammato.
Siccome in passato, circa 15 anni fa, ho avuto lo stesso problema e dalla visita fatta all'epoca risultarono alcune emorroidi interne e una ragade, ho rifatto la stessa cura mettendo ultraproct pomata e facendo lavaggi con anonet (avevo fatto anche la cura con dilatatori ma oggi mi è impossibile). All'inizio avevo provato con antrolin ma mi procurava bruciore.
Per via orale sto prendendo arvenum e 10 gocce di toradol in fase acuta del dolore.
Quello che volevo chiedervi, considerato che il mio medico di base mi ha proposto delle punture per la circolazione del sangue e delle supposte asacol 500 che non riesco neanche a infilare per il dolore (terapia quindi che non sto facendo), se posso predere qualche antinfiammatorio in modo da calmare il dolore in attesa della visita dal proctologo.
Sono otto giorni che sto penando.
Grazie e cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Potrebbe essere in effetti presente una ragade o una trombosi emorroidaria considerati i sintomi. La visita del proctologo credo sia la cosa corretta da fare per impostare una terapia adeguata. Su indicazione del suo medico, assumere analgesici puo' essere provvisoriamente corretto. Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, il toradol è già un antidolorifico e può aumentare la posologia fino a 30 gtt. se occorre a stomaco pieno o con gastroprotezione,già scontato che è stato visitato dal suo curante e quindi c'è una diagnosi presunta sufficientemente attendibile, stia soprattutto a riposo continuando con l'arvenum e la pomata per migliorare la problematica, quindi si sottoponga naturalmente alla visita dello specialista che potrà fare una diagnosi giusta e quindi consigliarle la terapia più appropriata.
Cordiali saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#3] dopo  
Utente
Ringrazio per la vostra cordiale e celere risposta.
Aspetto quindi la visita specialistica, sperando che il dolore si attenui.
Cordiali saluti

[#4] dopo  
Utente
Salve, volevo chiedere un'ultima cosa prima della visita del 31/5. Domani finisco il ciclo di arvenum 500 (i primi quattro giorni 2+2+2, successivi quattro 2+2 e ultimi quattro 1+1).
Considerato che non ho avuto alcun beneficio sostanziale - anzi da tre giorni ad oggi ho notato le emorroidi fuoriuscite più grandi - cosa mi consigliate di continuare, provare a cambiare farmaco o smettere di assumerlo?
Ringrazio in anticipio per il vostro cortese e utile servizio.
Saluti

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Credo possa continuare ed attendere l' esito della visita.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente
Spett.le dott.
oggi ho fatto la visita specialistica ed il prof. mi ha detto che ho una ragade e dei polipi anali che fuoriescono.
Mi ha consigliato di operarmi e quindi verso fine giugno penso che farò questo passo. Il dolore è diminuito.
Il dubbio che mi sorge ora sono i polipi a cui al momento della visita non avevo dato importanza. Leggendo dopo su internet ho notato che possono essere anche tumori maligni ecc... ecc...
Ho notato questi polipi (che pensavo fossero emorroidi) nel momento dell'infiammazione acuta ingrandirsi, tanto da fuoriuscire per qualche cm. Adesso che il dolore è diminuito si sono leggermente ritirati.
In poche parole volevo chiedere se è il caso di preoccuparsi o no, anche perchè il prof. non mi ha accennato minimamente alla probabilità che possano essere maligni. Secondo Lei, per il fatto che si stiano ritirando, è possibile che si tratti di pseudopolipi?
Grazie e saluti

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Credo possa star tranquillo, considerata la recente visita.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it