Utente
salve,
sono un ragazzo di 27 anni con una gastrite cronica con reflusso gastroesofageo ormai da almeno 4 anni...quest'inverno si sono presentati pure dei dolori al fianco sinistro ke continuano fino al basso addome con continua diarrea...il mio medico ha associato il problema alla sindrome di colon irritabile indicandomi un'alimentazione da seguire per un periodo di tempo e dandomi il normix x bloccare la diarrea visto ke nel frattempo avevo pure preso il virus invernale.
dopo un po di giorni mi sn comparse le emorroidi esterne...ho cercato di curarle con il proctolyn ma non ha fatto effetto quindi il mio medico mi ha indicato delle bustine di venoruton...tutto risolto!
quest'astate mi si è ripresentato il dolore al fianco con irregolarità intestinale quindi mi ha prescritto delle compresse di duspatal...
nuovamente emorroidi ma stavolta interne fastidio tremendo continua sensazione di andare in bagno prurito...ho ripreso col proctolyn e poi con le venoruton...ma stavolta nulla da fare non vogliono passare!
mi è passato il prurito ma mi sento un gonfiore e continua sensazione di andare in bagno...mi sveglio la mattina senza problemi ma nel corso della giornata il fastidio aumenta la sensazione di pensatezza/gonfiore aumenta nn riesco a stare seduto!
il mio medico è in ferie cosi sono andato alla guardia medica e senza neppure visitarmi mi ha detto di continuare la cura anche xke nn c'è sangue!
ma sinceramente ho deciso di interromperla dopo ke ho consumato 3 tubetti di proctolyn e uno scatolo di venoruton...
ieri sera sono andato in ospedale e mi ha visitato un chirurgo dicendomi ke ho dei noduli emorroidali è andato piu in fondo x vedere se c fossero pure ragadi ma nulla, e x i vari dolori sopra descritti mi ha detto sono derivati dal colon irritabile dopo avermi palpato la parte indolenzita…mi ha detto di seguire un’alimentazione equilibrata e in piu mi ha dato una cura costituita da:
neocarvo 3cp al giorno dopo i pasti principali
meliven plus una cp al giorno dopo pranzo
levopraid una cp la sera
secondo voi la cura è corretta???
Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
se è stato visto da un medico (specialista) è corretto considerare ponderata la terapia in base alla visita diretta effettuata.

Ad ogni modo un controllo proctologico a breve non sarebbe da trascurare.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio dottore per la celerità comunque la visita proctologica l'ho prenotata al policlinico di palermo...lei crede ke nn sia sufficiente la terapia da seguire?

un'altra cosa non ho rapporti con il mio ragazzo da quando si è presentato il problema devo continuare con l'astinenza?

grazie

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Per la visita ha fatto la cosa giusta.

Per la seconda domanda penso che
<<nuovamente emorroidi ma stavolta interne fastidio tremendo>>
contenga in sè la risposta.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
ci siamo capiti perfettamente...:-D
grazie x la sua immensa disponibilità...
la terrò informata..
cordiali saluti

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Distinti saluti a lei.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it