Utente
Buonasera

Scrivo per proporre un problema che sembra un mistero.
Ho 27 anni e da anni, durante le varie defecazioni, si presentavano casi di emorroidi che poi rientravano manualmente dopo la defecazione. Oltre questo nessun problema.

Poco meno di 2 mesi fa però mi si è presentata per la prima volta (sul lato destro dell'ano) un'emorroide esterna coloro viola-bluastro (trombizzata). Il problema che si era presentato, si era presentato dopo un periodo di disordine nel defecare, ma dopo circa 10 giorni di cure tra pomate (Proctolyn Preparazione H), dieta, fibre, vitamine ecc l'emorroide, grazie a Dio, è sparita tornando tutto come prima.

Da quel giorno ho iniziato ad andare in bagno regolarmente ogni mattina senza sforzi.
Oggi però mentre ero in giro per lavoro, di punto in bianco si è presentata di nuovo un'altra emorroide esterna sempre color bluastro. Sta volta però sulla parte sinistra dell'ano.
E' meno fastidiosa di quella precedente e ho cercato di farla rientrare manualmente. Un po' è migliorata ma c'è sempre una pallina blu che fuoriesce e che non vuole rientrare.

Partendo dal presupposto che non fumo, non mangio "schifezze" e che ho un'alimentazione che comprende anche verdura e soprattutto che in famiglia nessuno ha mai sofferto di emorroidi, mi domando: perché le ho? Da cosa possono dipendere? Perché da 2 mesi a questa parte mi fuoriescono queste emorroidi?

Ammetto di non fare attività fisica e di stare molto tempo seduto, però adesso nonostante abbia ripreso ad andare in bagno regolarmente, perché mi vengono?

Volevo sapere se la causa di queste emorroidi può dipendere dall'assunzione di mandorle. Lo chiedo perché da un po' di giorni (e non ricordo male anche 2 mesi fa prima del 1° episodio) tutte le mattine mangio 10 mandorle perché ho sentito dire che fanno bene.
Potrebbe dipendere da quello?
Poiché altrimenti non capisco da cosa possa dipendere. Bevo 1 solo caffè al giorno. Ma 1 solo caffè può causare questi fenomeni emorroidali di questo genere?

Non voglio vivere con un episodio emorroidale al mese senza comprenderne la reale causa. Più di avere un'alimentazione corretta, di andare in bagno regolarmente, di non fumare ecc. che cosa devo fare per evitare che si ripresentino certi episodi?

Spero che possiate aiutarmi perché non voglio vivere così
Ringrazio a tutti anticipatamente

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In effetti quanto riferisce è verosimile, la malattia emorrodiaria non è necessariamente conseguente ad abusi alimentari o scarsa attività fisica, spesso si presenta in modo imprevedibile e con decorso variabile.Considerato il disturbo, una visita proctologica è il modo migliore per valutare la soluzione piu' adatta al suo caso. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Salve Dr. Favara e grazie per la risposta.
Quindi al di là della visita che dovrò sicuramente fare, probabilmente da ora in poi dovrò aspettarmi una vita caratterizzata da episodi emorroidali in maniera imprevedibile e senza una causa ben precisa?
Glielo chiedo perché io pensavo che il 1° episodio potesse essere un episodio singolare dovuto al caldo oppure a qualcosa che avevo mangiato o a qualche sforzo che avevo fatto.
Un episodio come può essere un'influenza che può capitare senza ulteriori ricadute in tempi brevi.
Glielo chiedo perché non vorrei vivere con emorroidi trombizzate ogni 1-2 mesi e soprattutto non vorrei aspettarmi peggioramenti nel corso degli anni visto che ancora sono abbastanza giovane.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si , puo' essere. Se indicato, potrebbe essere indicato risolvere il problema chirurgicamente.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente
Egregio Dr Favara,
ieri mi sono sottoposto ad una visita proctologica dall'unico proctologo presente nel raggio di 150 km il quale gli avevo già spiegato la mia situazione telefonicamente durante il 1° fenomeno emorroidario perché era in ferie e non poteva visitarmi.

Mi spiace dirlo, ma sono rimasto veramente deluso della visita la quale invece di rassicurarmi mi ha reso ancora più confuso e demoralizzato.
Lo dico perché telefonicamente 1 mese fa il proctologo mi disse che le emorroidi non c'entravano niente con l'alimentazione, a meno che non si fosse abusato di cibi piccanti o di alimenti irritanti ribadendomi che sicuramente il mio caso era un episodio sporadico dovuto al caldo (erano primi di luglio) e che capita almeno a tutti 1 volta nella vita.

Ieri durante la visita mi ha detto tutto il contrario. Ovvero che tutto dipende dall'alimentazione e dalla stitichezza.
Nonostante gli avessi detto per mezz'ora che dopo il 1° episodio non ho più sofferto di stitichezza andando quotidianamente in bagno senza fatiche particolari e di non aver abusato di nessun cibo piccante né di aver adottato un'alimentazione scorretta, sembrava non capire ripetendo che il fenomeno che mi si è presentato dipende da alimentazione e stitichezza ribadendomi che dovevo indagare IO sulla causa del problema (qual è il cibo che assumo che mi irrita) prescrivendomi ancora la stessa cura che mi diede anche telefonicamente (pastiglie Stasiven e crema) aggiungendo pure una dieta nonostante telefonicamente mi disse che potevo mangiare di tutto tranne cibi piccanti..

Poi durante la visita ha costatato un'emorroide trombizzata di 1° grado. Gli ho chiesto di incidermela, ma me l'ha sconsigliato dicendo che probabilmente passerà da sola.

Sono davvero deluso. Ho speso 100 euro per una visita che non mi ha rassicurato di nulla e che mi ha reso ancor più confusione.

Infine mi ha detto di stare tranquillo che non è grave dicendomi però che negli anni le emorroidi tendono a peggiorare. Gli ho chiesto se c'è un intervento definitivo e lui non opera se non è il paziente a chiederlo (che ne so io se sono da operare o meno?)

Io so solo che non capisco come mai nonostante la cura, nonostante non assumi alcool, non fumi, non abbia alimentazione scorretta, vada di corpo regolarmente e nonostante non abbia persone in famiglia che ne soffrono ecc mi sono ritornate altre emorroidi trombizzate nel giro di poco più di un mese.

Come posso capire la reale causa? E poi perché mi vengono sempre trombizzate? Come mi devo comportare? Io non voglio vivere condizionato o soggetto a queste cose.

Spero che possiate consigliarmi

Ringrazio di nuovo




[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Non posso far altro che dirle che mi spiace per quanto ha scritto e consigliarle un secondo parere.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente
Appena potrò (anche economicamente) proverò a rivolgermi ad un altro proctologo.
L'unica cosa che vorrei chiederle però è questa: come possono presentarsi 2 fenomeni di trombosi emorroidale nell'arco di poco meno di 2 mesi con un 1° grado di prolasso emorroidario? Io non ho mai sofferto di emorroidi prima del 1° episodio di emorroide trombizzata.
O meglio: come ho già detto, ogni tanto durante la defecazione le interne fuoriuscivano per poi rientrare manualmente. Ma a parte quello non ho mai avuto dolori legato alle emorroidi né sono mai fuoriuscite.
Quindi come possono essersi presentati 2 fenomeni di trombosi emorroidale nell'arco di meno di 2 mesi con un 1° grado di prolasso emorroidario? E' possibile?
Glielo chiedo perché il proctologo che mi ha visitato ha constatato un 1° grado.
Di solito non dovrebbero presentarsi trombi emorroidali in stadi più avanzati?

E in fine: potrò tornare a vivere come prima senza che si presentino questi disagi legati a trombi emorroidali, oppure dovrò aspettarmi una vita all'insegna di questi fenomeni?


[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si, è possibile.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it