Ostruita defecazione:sintomi spropositati???

egregi dottori buongiorno,
vi voglio ringraziare per l'ottimo servizio che fornite anche sulla rete.
Vengo al punto:scrivo a nome di mia zia 79enne,nubile e senza figli.Premetto che subì un'emorroidectomia nel 1999.Da alcuni anni ha difficoltà nel defecare:passa molto tempo in bagno,ha stimoli continui,ha spesso necessità di clisteri e a volte di aiutarsi con le dita nell'ano.Dal presentarsi di questi sintomi ad oggi si è sottoposta a molteplici visite ed esami ma nulla è cambiato anzi nelle ultime settimane la situazione è drasticamente peggiorata in quanto ormai anche i clisteri non sortiscono alcun effetto e l'unico modo per defecare è quello di togliere manualmente piccoli pezzi di feci dall'ano (che poi si ripresentano poco dopo).Vi lascio immaginare come la sua vita sia diventata un inferno sia da un punto di vista fisico che psichico.
Vi elenco,sommariamente,gli esiti degli esami fin'ora sostenuti:
2003 defecografia:ANGOLO ANO_RETTALE NELLA NORMA MA NELLA FASE DINAMICA DELLA DEFECAZIONE SI DIMOSTRA INTUSSUSCEZIONE
2003 colonscopia con endoscopio flessibile:REPERTO NELLA NORMA
2003 esofagogastroduodenoscopia:DUODENITE EROSIVA FOCALE DEL BULBO
2004 manovolumetria ano-rettale
_pressione anale:IL TONO ANALE A RIPOSO E' DI 41-44 mmHg.LA CONTRAZIONE ANALE MASSIMALE E' DI 95 mmHg
_integrazione ano rettale:IL RIFLESSO DI INIBIZIONE RETTO ANALE E' PRESENTE E NORMALE
_sensibilità rettale:LA PRIMA SENSAZIONE SI E' REGISTRATA PER VALORI DI PRESSIONE DI DISTENSIONE DEL RETTO DI 5 cm DI ACQUA.LA SOGLIA D'URGENZA AD'UNA PRESSIONE DI 5 cm D'ACQUA
_volume rettale:AD UNA PRESSIONE PARI A 40 cm D'ACQUA I VALORI RISULTANO OLTRE LA NORMA 379 ml
_conclusione:LIEVE IPOTONO DELLO SFINTERE INTERNO ED ESTERNO,RIDUZIONE DELLA SOGLIA DI SENSIBILITA' RETTALE
2004 esame colonproctologico:FASE ATTIVA MODERATA DI PROLASSO MUCOSO OCCULTO,SINDROME DI INTESTINO IRRITABILE,DISSINERGIA ADDOMINO PELVICA
2005 ecografia addome completo:ESITO NELLA NORMA
Concludo dicendo che tutti i farmaci prescritti ed anche 2 serie di ginnastica pelvica a nulla son serviti.
Mi scuso per essermi dilungato ma la situazione è davvero critica in quanto nessuno specialista ha saputo darci una soluzione(forse siamo stati solo poco fortunati).Mi rendo altresì conto di come i sintomi siano spropositati in relazione agli esiti degli esami clinici.Resto in attesa di una Vs gradita risposta e nel rigraziarVi anticipatamente Vi porgo distinti saluti.


[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,1k 621 346
Lo studio mi sembra completo ed adeguato, anche se alcuni esami tipo la defecografia un po' datati.
L' indicazione chirurgica in questa patologia deve essere ben ponderata, un intervento eseguito con indicazione scorretta potrebbe portare ad un peggioramento della sintomatologia senza considerare le possibili complicanze. Sicuramente la terapia conservativa nella cura di questa patologia purtroppo ha dei limiti attualmente non superabili dalle conoscenze attuali.Auguri!

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie Dott. Favara per la sollecita risposta,
il fatto è che la situazione è INSOSTENIBILE per la paziente sia fisicamente,con dolori,spossatezza e "quasi svenimenti",sia psicologicamente,con stati d'ansia e paura perfino di nutrirsi.
Mi permetto allora di chiederLe 2 cose:
-può trattarsi di un'esagerazione dei sintomi da trattare con psicoterapìa? (è certo,però,come il malessere sia evidentissimo).
-mi può indicare una struttura o uno specialista nella zona di Torino?

Grazie molte.Distinti saluti.
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,1k 621 346
Sicuramente la componente psicologica riveste un ruolo in un grande numero di pazienti affetti da questa patologia, credo quindi sia sicuramente utile una consulenza spcecialistica.
Per quanto riguarda la seconda domanda. a Torino esistono numerosi colleghi competenti , sul sito della Societa' Italiana di Chirurgia Colorettale (www.siccr.org) e della Societa' Italiana Unitaria di Coloproctologia (www. siucp. org) potra' trovare tutti i dettagli.
[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie dei suggerimenti!
Chiedo scusa se,però,mi permetto di insistere:in base ai vari risultati degli esami eseguiti,pensa che il malessere sia spropositato?
Ho dimenticato di dire che ci sono stati anche dei passaggi al pronto soccorso dove il Dottore presente al momento ha sempre riscontrato l'intestino libero.
Mi consiglia di spostare il consulto nella categoria "psicoterapia"?

grazie ancora...
[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
altri pareri e/o suggerimenti sono molto graditi.
grazie mille!

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test