Utente
Buongiorno,
ho 28 anni e dopo aver notato delle palline in zona anale ho fatto una visita proctologica. Esito emorroidi di 2 grado e una emorroide trombizzata. (era la "pallina" più grossa che sentivo al tatto). Mi è stata prescritta una cura di Daflon e del proctolyn che seguo da una settimana, ora il trombo si è ridotto notevolmente. Inoltre mi è stato caldamente consigliato l' intervento chirurgico (da come mi è stato spiegato pare sia con il metodo longo) perchè a parere del medico le emorroidi son destinate a peggiorare e se aspetto magari 10 anni il rischio è quello di dover scegliere una metodica più invasiva. Personalmente non ho disturbi particolari e per esperienza diretta (son stato operato molte vole per la mia età tendo ad andarci con i piedi di piombo prima di farmi operare ancora). Secondo la scelta migliore in un caso di emorroidi di 2 grado è operare o seguira dieta e terapia farmacologica?
Grazie.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se ha un 2 grado asintomatico e la complicanza è risolta puo' attendere.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, solitamente su una patologia emorroidaria di secondo grado, si tende a trattarla in maniera conservativa, però la decisione è sulla ricorrenza della sintomatologia che non è la stessa per tutti a parità di gravità. Il discorso sul peggioramento con gli anni del problema è invece reale.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#3] dopo  
Utente
Grazie per le risposte. La sintomatologia è saltuaria ed è rappresentata da leggero fastidio. Non ho mai avuto sanguinamento.
Attendendo c' è effettivamente il rischio di dover fare un intervento di maggiore invasività? Ho letto molte esperienze di operati che hanno avuto complicanze per questo mi chiedo se in una situazione più che sopportabile valga la pena operare...

[#4]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Quando il problema diventa chirurgico, si decide il tipo d'intervento più appropriato, non si da un'indicazione chirurgica per scongiurare un intervento successivamente più invasivo. La motivazione attuale all'intervento deve essere soltanto l'impossibilità di tenere il problema sotto controllo con la terapia medica.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza