Utente
Buongiorno, ho 49 anni e sono in buona salute. Lo scorso 18 novembre 2015 sono stato sottoposto ad intervento di Fistolectomia ischio-rettale sinistra, con decorso post-operatorio regolare.

Il 15 dicembre ho fatto la visita di controllo, nella quale mi veniva rimosso un punto di sutura interno, e mi veniva detto che era tutto risolto.

Oggi ho ancora qualche piccola perdita giallastra che mi crea prurito e mi fa sentire sempre "bagnato", con conseguente disagio e necessità di frequenti lavaggi.

Volevo sapere se ciò è normale o se in realtà il problema non è risolto ed è necessario un ulteriore approfondimento.


Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Difficile dirlo a distanza.Diciamo che puo' essere compatibile. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Potrebbe trattarsi di un ritardo di cicatrizzazione.
La sola visita potrebbe essere sufficiente a chiarire.
In caso contrario un'ecoendoanale o una RM. sarebbero dirimenti.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#3] dopo  
Utente
Grazie mille per le celeri risposte.
Provvederò al più presto ad effettuare una visita di controllo.

Cordiali saluti

[#4] dopo  
Utente
Buon pomeriggio, ho fatto una visita presso un altro chirurgo, che mi ha consigliato di fare un'ecografia endoanale per sospetta fistola.

Qui di seguito l'esito dell'esame::
" A livello del canale anale medio il 3° criterio di Cho rivela la presenza di un orifizio fistoloso interno alle ore 6 della linea dentata.
Da tale sede prende origine un tramite fistoloso transfinterico medio, lineare semplice, della lunghezza di
centimetri 1,7 circa, lungo il raggio delle ore 6.
Un'estensione secondaria del tramite fistoloso si osserva nello spazio intersfinterico del quadrante posteriore sinistro, nel tratto compreso fra le ore 6 e le ore 5.
Non alterazioni ecostrutturali a carico della porzione sottocutanea dello sfintere anale esterno (EAS) nel canale anale inferiore.

Conclusioni: fistola criptoghiandolare posteriore complessa, con l'orifizio primario ubicato alle ore 6 della linea dentata, in accordo con il 3° criterio di Cho. Il tramite fistoloso principale, lineare semplice, è transfinterico medio lungo il raggio delle ore 6. L'estensione secondaria del tramite fistoloso si trova nello spazio intersfinterico posteriore sinistro, nel tratto compreso fra le ore 6 e le ore 5. Valutazione dello specialista chirurgo inviante."

Mi sembra abbastanza scontato che si debba di nuovo intervenire, vorrei se possibile un consiglio in merito a strutture sanitarie consigliate nella mia zona (provincia di ancona) ed eventuali suggerimenti in merito a tecniche di intervento.

Cordiali saluti