Utente 848XXX
Gent.mi Dottori, ho un problema gia da un po di tempo, ho 20 anni e sono uno studente fuori sede, quasi da sempre ho avuto dei problemi legati alla stitichezza, penso legata alla troppa ansia che mi perseguita.
Utlimamente nell'ultima settimana evacuo una volta al giorno la mattina prima di andare a lezione, le fecio non sono poi cosi formate evacuo a "pezzettini" per capirci meglio...
Inoltre noto che quando mi pulisco con la carta igienica spesso è bianca e limpida come se non mi fossi macchiato e altre volte noto piccole striscie di materiale chiaro che penso sia "Muco" Ora mi chiedo è il caso che mi debba preoccupare?
Da considerare il fatto che proprio stamattina ho avuto dei forti dolori nel basso ventre per cui non riuscivo a svuotarmi e successivamente dopo mezz'ora una volta seduto sul wc sono riuscito ad evacuare sempre a "pezzettini"
Certo di una vostra risposta colgo l'occasione per porgervi i miei saluti

Fabio

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile Fabio
l'emissione di muco con le feci o l'evacuazione a "pezzettini" potrebbe non essere nulla di preoccupante e riconducibile ad uno stato di intenso stress.
Tuttavia, in considerazione dei forti dolori nel basso ventre, penso che la cosa migliore da fare sia effettuare una visita gastroenterologica per una maggiore tranquillità ed un controllo diretto

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#2] dopo  
Utente 848XXX

Gent.mo Dr. Nardacchione,
Innanzi tutto la ringrazio per la risposta, volevo dirLe che sono stato dal medico di base il quale mi ha detto di prendere una bustina al giorno in 250 cc di acqua di Movicol perchè secondo lui il mio intestino è pigro e tortuoso.
Avendogli anche chiesto se fosse il caso di eseguire una colonscopia mi ha risposto che sono ancora giovane e che è il caso di prendere 1 busta per 10 giorni e vedere gli effetti che questo medicinale può avere.
Penso anche che questa situazione sia riconducibile al mio continuo stato di ansia a causa dell'università e forse anche alla somatizzazione dell'ambiente ospedaliero dove faccio tirocinio, sono infatti studente in scienze infermieristiche.
Spero possa andar meglio.
Grazie

Fabio Toscano

[#3]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Caro Fabio,
penso che nessuno più del suo medico curante, che tra l'altro ha avuto modo di visitarla, la conosce e può consigliarla nel modo più giusto.
Ci tenga quindi informati sulla evoluzione.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#4] dopo  
Utente 848XXX

Gent.mi Dottori, dopo la terapia con Movicol sembrava si fosse risolto il tutto, la prima settimana senza bustine infatti andavo di corpo regolarmente tutti i giorni,
Da circa tre giorni non vado piu di corpo e allora ho iniziato ieri pomeriggio a prendere una bustina di Movicol sempre da sciogliere in 200 cc di acqua come mi aveva prescritto il medico curante e la sto continuando.
Sono al secondo giorno di assunzione della bustina, la mia domanda è questa... Non è che il mio intestino si starà abituando alle bustine? Ancora l'effetto non lo hanno dato perchè non sono andato di corpo oggi ma nel caso in cui andassi di corpo nei giorni avvenire devo pensare che la bustina abbia il suo effetto sull'intestino e che questo tenda ad abituarsi al farmaco? Cosa posso fare altrimenti per ovviare a questo problema? Mi devo rassegnare al fatto che il mio intestino sia pigro anche se dopo la terapia col Movicol andavo regolarmente ogni giorno? P.s. Oltretutto c'è da dire che bevo tanta acqua e ho iniziato anche a mangiare il pane integrale che non mi dispiace ma il mio intestino non ne vuole proprio sentire anche se dò un apporto fi fibre non indifferente...Grazie per le vostre rispote Buonsera

[#5]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile Fabio,
fermo restando che prima di ogni terapia andrebbe fatta una diagnosi, per cui, in caso di persistenza dei sintomi, la invito comunque a ricontattare il suo medico curante o un gastroenterologo, le consiglio qui di seguito alcuni accorgimenti dietetico-comportamentali:
alimenti consentiti
- assumere almeno 20-30 grammi al giorno di fibre contenute in alimenti come legumi,mele, pere,kiwi, lamponi, fragole, frutta secca, patate, broccoli, cavolini di Bruxelles, zucchine, cereali
- Utile l'aggiunta nella dieta di crusca alla dose di 15-20 gr. al di
- Per favorire l'azione delle fibre è importante bere almeno due litri di liquidi al giorno compresa magari un'acqua minerale ricca di magnesio e di solfati per il suo potere lassativo
- Evitare: fritti, salumi, formaggi o altri cibi piccanti, frutta secca, cioccolato, dolci molto elaborati e gli alcoolici di ogni tipo.
- Rispettare ogni stimolo defecatorio: appena si sente lo stimolo, andare al gabinetto. Se possibile, andare ogni giorno alla stessa ora, anche se non se ne sente la necessità.
Muoversi, camminare, fare ginnastica.

In caso di persistenza dei sintomi la visita medica diventa d'obbligo.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#6] dopo  
Utente 848XXX

Gent.mo Dr Nardacchione la ringrazio per la sua celere risposta, la terrò informata sugli sviluppi, Cordialmente La saluto

[#7] dopo  
Utente 848XXX

Carissimi e gentilissimi Dottori, il mio problema inerente l'evacuazione è putroppo ancora presente... dopo i consigli inerenti la dieta, che controllo direi abbastanza accuratamente assumendo un adeguato apporto di fibra e adeguatamente idratate, ho sospeso la terapia col movicol, prescritto dal medico curante..due giorni dopo l'evacuazione non riesco ad evacuare, mentre prima con l'ausilio del movicol il mio intestino si era regolarizzato, certo aspetterò un po di giorni prima di riandare dal medico curante, magari nei giorni avvenire evacuerò....Col movicol ogni mattina andavo di corpo...
Il problema non sta nella dieta e quindi su cosa mangio perchè sono molto attento a bere molto e a mangiare frutta e verdura cosi come il pane integrale.. La mia domanda è: Pensate anche voi come il mio medico curante che il mio intestino sia pigro e che debba continuare col movicol fino a quando non si regolarizza? Pensate anche voi che sia solo un regolatore della motilità intestinale e che quaindi il mio intestino non si abitui ad esso? Cordialmente Vi saluto

[#8]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile amico
trovo estremamente difficoltoso esprimere un giudizio via internet. Perdurando i sintomi l'unica cosa che le rimane da fare secondo me, come già accennatole in precedenza, è quella di rivolgersi nuovamente al suo medico o ad uno specialista gastroenterologo.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#9] dopo  
Utente 848XXX

Gent.mo Dott. Nardacchione ringraziandola sempre per la sua rapidità nel rispondere alle mie richieste dato che giustamente trova difficoltoso esprimere un giudizio volevo almeno sapere da lei cosa ne pensa del Movicol e che effetti potrebbe darmi oltre l'evacuazione, ovvero il mio intestino si abituerebbe poi a questo farmaco descritto dal mio medico curante come un regolatore intestinale?

[#10]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile Fabio
tutti i farmaci sono prodotti che possono dare assuefazione. Per tale motivo se ne consiglia l'uso per lo stretto periodo necessario.
Il farmaco in oggetto agisce in virtù della sua azione osmotica a livello dell’intestino che induce un effetto lassativo. Tale azione prolungata nel tempo potrebbe condurre ad una alterazione del bilancio idroelettrolitico ed indurre disturbi importanti. Ma siamo nel campo delle ipotesi poichè esistono studi in merito alla sicura tossicità del prodotto.
Il consiglio resta quindi quello di utilizzare ogni farmaco il minimo indispensabile, seguendo sempre il consiglio del suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile