Pudendo

Buongiorno, in data 5 maggio 2016 ho subito un intervento di asportazione di tre emorroidi con MM (Ligasure) e anoplastica (non so bene perché, non avevo ragadi e null'altro se non emoroidi di 3 grado molto grosse). Ad oggi le ferite esterne sono quasi cicatrizzate. Dal 20 maggio due volte al giorno faccio dilatazioni anali. Le mie feci sono sempre molto sottili (come un mio dito mignolo). Già da prima dell'intervento soffrivo di defecazione ostruita, o almeno credo, visto che dovevo andare al bagno più volte al giorno e spesso mi rimanevano delle feci nell'ano. Continuo ad oggi ad avere la stessa sintomatologia anche se prendo quattro cucchiai di epatolax, due al mattino e due alla sera, è una bustina di benefibra a metà giornata. Ora però, da dopo l'intervento, ho esternamente una zona dura e dolente fatta a pallina proprio in alto (verso la schiena) e solo sfiorarla mi fa malissimo. Dopo gli sforzi evacuativi, questa zona e tutto l'ano mi dolgono per ore, devo stare sdraiata di lato e sento delle fitte tipo sciatica ma nella zona anale che mi arrivano fino alla vagina. Il dolore progredisce durante la giornata, la biancheria mi fa male, non posso indossare pantaloni. Poi dormendo mi passa e la mattina sono quasi "normale" anche se non riesco a toccare l'ano senza sentire dolore. Ho letto dell'informazione del pudendo. Può succedere dopo una MM e anoplastica? Secondo voi può esse quello o rientra nella normalità di un post-operatorio? Grazie mille.
[#1]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.3k 295 2
Gentile utente, la sua sintomatologia non è chiaramente riconducibile alla sindrome del pudendo, comunque da quello che dice per confermare che non sia soltanto un problema riconducile alla cicatrizzazione post intervento, una visita proctologica di controllo è necessaria.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per il consulto, oltretutto velocissimo. Martedì ho una visita di controllo. Le farò sapere cosa mi dirà il chirurgo. Le auguro una buona giornata.
[#3]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.3k 295 2
Grazie e saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore, ieri sono andata alla visita di controllo e il mio Proctologo mi ha detto che non va molto bene. A distanza di più di un mese e mezzo dall'intervento ho ancora le ferite aperte, e quando mi visita provo un dolore fortissimo che mi dura ore. Siccome mi aveva consigliato di fare la dilatazione anale con un dito e poi di massaggiare per almeno un minuto io ho sempre fatto così. Ma visti i risultati oggi mi sono comprata il dilatan (da lui consigliato come seconda scelta) e ho usato il più piccolo (quello di diametro 20) che mi ha provocato dolori fortissimi e dopo ore dall'utilizzo ho ancora l'ano dolente. Prima mi visitava ogni 15 giorni ma ora ha deciso che devo andare tutte le settimane perché dice che non è contento....secondo lei con il dilatan migliorerà qualcosa? Io sono veramente scoraggiata. Prima dell'intervento mi aveva prospettato una ventina di giorni di recupero. Qua i tempi sono molto più lunghi e la cosa che mi preoccupa di più è che io non riesca a star bene ed abbia bisogno di ulteriori interventi.
Grazie mille dell'attenzione.
[#5]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.3k 295 2
Gentile utente, il dilatan ha un ruolo per prevenire le stenosi anali postoperatorie, sulle ferite ancora non cicatrizzate ovviamente sarà il proctologo ad aggiornarla sull'evoluzione, se viene seguita in maniera più stretta, come ho compreso, non è sicuro che debba essere risottoposta ad intervento, anzi le auguro proprio di no.
Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
Speriamo!! Grazie mille. La terrò informata.
[#7]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.3k 295 2
Di nulla. Buona giornata