Utente 444XXX

Salve,
Vorrei raccontare la mia esperienza perché potrebbe essere di aiuto a molti.
4 anni fa, dopo 5 giorni di forti dolori tra ano e vagina e corse al pronto soccorso, mi scoppia un ascesso anale che a distanza di qualche giorno mi viene inciso.Il proctologo dice che era enorme.Faccio diverse medicazioni in ospedale con "zaffo" dolorosissime. Diverse visite in seguito a episodi molto dolorosi di riacutizzazione alternati a periodi di tranquillità. Mi propongono messa a piatto o setone e mi prescrivono una risonanza. Fistola transfinterica a fondo cieco. Dopo essermi documentata capisco che l'unica soluzione è la VAAFT poiché con la messa a piatto rischierei l'incontinenza e con il setone non risolverei avendo un ascesso molto molto profondo. A febbraio mi operano. Già al risveglio dall'intervento sento una sensazione di leggerezza!!!! Sparito l'ascesso e i tramiti fistolosi. Oggi il primo controllo e tutto procede bene. Grazie a questa geniale tecnica possiamo evitare incontinenza e medicazioni dolorosissime .

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non e'l'unica soluzione ma e'una buona tecnica.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it