Utente 263XXX
Buonasera, riprendo un consulto scritto ad agosto, non potendo rispondere al precedente, copio pari pari il testo che avevo scritto.
Buongiorno. Sono stato sottoposto ad un intervento di sfinterotomia sottocutanea sx sec. Sparks per una ragade anteriore e una emorroidectomia con bisturi a radiofrequenza per papilla ipertrofica ore 11.
Sono passati circa 40 giorni. A parte i primi giorni non ho avuto molto dolore post operatorio, ma del fastidio, che completamente non è mai andato via.
Sono una persona che va spesso al bagno, tre o quattro volte al giorno, per circa 10 minuti ogni volta. Purtroppo non ho mai trovato in modo per poterci andare meno e più velocemente.
Dopo una settimana al mare, si è accentuato il fastidio, non so se possa essere provocato dai bagni al mare o dall'alimentazione.
Fatto sta che non ho dolori ad andare al bagno, ma sento come qualcosa di gonfio e un fastidio quando, non so se riesco a spiegarlo, "tengo stretto". Ad esempio, a seguito di un salto viene naturale stringere e quindi contrarre lanparte anale, oppure quando ci si solleva da seduti.
Siccome sono terrorizzato per una ricaduta, chiedo qualche consiglio in merito, se vale la pena attendere un po o farmi visitare subito, forse ci vuole piu tempo. Da tenere conto che nel post operazione mi era venuta una notevple dermatite da euclorina che ho cercato di curare con ecoval crema, ma non so se son guarito.
Chiedo inoltre consigli sulla frequenza al bagno, ho provato prendendo più fibre ma ottenevo comunque di andare in bagno ma con maggiore urgenza, per cui in parte mi sembra controproducente.

A questa richiesta era seguito il consiglio di attendere ancora.
Sono tornato a farmi visitare, ancora presente la ragade, e mi è stato consigliato anonet actirag, e questo giovedi. Da giovesi sera la metto due volte al giorno, ma non so se a causa della visita o della crema ad oggi il dolore sembra aumentato, brucia un bel po’. Cosa mi consigliate? Grazie

[#1]  
Dr. Roberto Dino Villani

24% attività
8% attualità
16% socialità
SASSUOLO (MO)
REGGIO EMILIA (RE)
MILANO (MI)
PESCARA (PE)
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Buongiorno,
dalla sintomatologia che riferisce, mi spiace deluderla, ma ritengo che la ragade non sia guarita o, almeno, non del tutto.
Le consiglio una nuova valutazione per eventualmente decidere un altro approccio chirurgico (es. anoplastica).
Dr. Roberto Dino Villani
Direttore U.O. Complessa
Chirurgia Proctologica e Riabilitazione Pavimento Pelvico
Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo (MO)