Utente 434XXX
Sono stato operato di una ragade fistolizzata a gennaio 2017,e vista la mancata cicatrizzazione(ma ero guarito dal reale probema)il medico decise di rioperarmi a giugno x far ripartire il processo di cicatrizzazione.Morale della favola dal 16 giugno,anche se non ho più dolore,ho ancora la piccola ferita chirurgica anale aperta,con tutti i fastidi del caso(secrezioni e sensazione di pesantezza dopo un evacuazione corposa),dolore onestamente veramente poco,e comunque dolore non da ragade,ma da zona non "sana".
Faccio controlli mensili,ma il medico mi dice che probabilmente sono io ad essere lento nella guarigione e che non sa spiegarsi il perché,mi ha fatto l'anoscopia, e anche da li sto benissimo.Lui dice ancora di attendere,e che è davvero strano.Io d'altronde che devo fare?Ho speranze di tornare sano al 100%?
Ha utilizzato anche tre siringhe che mi ha iniettato all'interno della ferita con una soluzione con bicarbonato e non so che altro per accellerare il processo ma il miglioramente è veramente blando.E intendo questa situazione verametne mi ha stancato,perche non sono mai pulito.
Perché non guarisco,posto che uno specialista mi ha detto che l'intervento è andato bene?

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In effetti non e' tipico. Non saprei. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it