Una piccola ragade

BUONGIORNO TRE MESI FA A CAUSA DI SUPPOSTE MICOSIL MI E SPUNTATA UNA PICCOLA RAGADE
CURATA DOPO UNA VISITA CON PENTACOL 500 E UN LASSATIVO PER UM MESE TUTTO BENE MA AL MOMENTO DI DEFECARE UN PO DURO ECCO RISPUNTATO IL PROBLEMA QUINDI SONO ANDATO DA UN PROCTOLOGO CHE MI PRESCRITTO LA POMATA ANTRONIL TUTTO BENE SOLO CHE DOPO UN MESE DI CURA DI QUESTA POMATA HO DEI SENSI DI CALORE U BRUCIORE NELL ANO CHE SI ESPANDONO NELLA GAMBA SINISTRA DA NOTARE CHE HO INTEROTTO LA CURA DA 3 GIORNI E I SINTOMI SI SONO NOTEVOLMENTE PREGRESSI COSA MI CONSIGLIATE E SE RISPUNTA IL PROBLEMA RAGADE COME DEVO AFFRONTARLO E COSA POSSO USARE PER TOGLIERE QUESTO BRUCIORE CHE MI HA PROVOCATO QUESTA POMATA'? VI RINGRAZIO
[#1]
Dr. Attilio Nicastro Chirurgo d'urgenza, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 461 5
Caro Utente,
è possibile che la sua sia una ragade ormai cronicizzata con anite. Le cosniglio di eseguire una videoproctoscopia digitale ed una manometria ano-rettale per definire meglio l'origine lo stato e la persistenza della sua sofferenza, nonostante le terapie effettuate. In caso di ragade cronica con ipertono è consigliabile l'intervento chirirgico di fissurectomia e sfinterotomia, altrimenti è possibile instaurare una terapia conservativa con dilatazioni anali e terapie locali.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro

[#2]
Dr. Michele Schiano Di Visconte Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente 19
E' indispensabile, prima di qualsiasi trattamento medico di tipo conservativo, l'effettuazione di una manometria ano-rettale al fine di valutare la presenza di ipertono sfinteriale. Comunque è necessario precisare che il trattamento di tipo conservativo (dilatatori, nitroglicerina, calcio-antagonisti, botulino) è caratterizzato da una scarsa efficacia a lungo termine e si caratterizza per un elevato tasso di recidiva. La sfinterotomia se correttamente eseguita non è gravata da insuccessi nè da complicanze.

Dr. Michele Schiano di Visconte

[#3]
Prof. Luigi Basso Chirurgo generale, Colonproctologo 129 6
Gent.mo Paziente, essendo un uomo di 42 anni, se la ragade ancora persiste, potrà sottoporsi senza grossi rischi ad un intervento di sfinterotomia laterale interna con eventuale anoplastica. Per le donne che hanno partorito (parto naturale), ma anche per le nullipare la situazione è più delicata, in quanto il sistema di "contenimento" femminile è più a rischio di situazioni post-chirurgiche di incontinenza. Cordiali saluti, Prof. L. Basso www.colonproctologia.com

Prof. L. Basso
Prof. Associato c/o "Sapienza" Università di Roma
Casa di Cura "Ars Medica", Roma
https://www.colonproctologia.com/it/default.aspx

Allergia ai farmaci: quali sono le reazioni avverse in seguito alla somministrazione di un farmaco? Tipologie di medicinali a rischio, prevenzione e diagnosi.

Leggi tutto