Utente 503XXX
Salve, ho partorito tre mesi fa un bimbo di 3kg (parto naturale senza nessuna complicazione). Purtroppo durante i canonici 40 giorni post parto non ho osservato riposo e ho ripreso le comuni attivita quotidiane (spesa, pulizie, ecc). Alla visita di controllo ginecologica mi e' stato diagnosticato un modesto cedimento del pavimento pelvico con cistocele e rettocele di medie dimensioni. Purtroppo avverto costantemente la sensazione di avere un corpo estraneo in vagina (senza dolore ma un grosso fastidio) e la sensazione che le feci si blocchino all entrata dell ano senza fuoriuscire completamente. La sensazione di peso e' andata sempre peggiorando nonostante da due mesi faccia gli esercizi di kegel piu volte al giorno. A settembre iniziero un percorso di ginnastica perineale all ospedale dove ho partorito. Il ginecologo mi ha parlato di operazione chirurgica se i sintomi non dovessero migliorare entro qualche mese. Secondo la vostra esperienza e' possibile che un rettocele di II grado (si affaccia visibilmente all apertura vaginale) possa regredire e guarire con la semplice riabilitazione? Grazie mille

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Difficile, puo' pero' non essere cosi' fastidioso da richiedere un intervento chirurgico che è la soluzione definitiva. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 503XXX

La ringrazio. Quindi in base alla sua esperienza un rettocele di medie dimensioni non potrebbe mai regredire del tutto con una riabilitazione del pavimento pelvico? Dovrei accettare questa condizione se non dovessi sottopormi a una terapia chirurgica? Il problema e' questo continuo senso di qualcosa fuori posto o di corpo estraneo all interno della vagina. Ma i medici hanno escluso un prolasso di altri organi se non yn piccolo cistocele di I grado. Potrebbe dipendere dal rettocele quindi? Tralascio il peso perche potrebbe anche, credo, dipendere dal fatto che ho partorito tre mesi fa. Ho solo 39 anni e l idea di passare il resto della vita con questo ingombro o dover digitare manualmente dall vagina questa sacca per poter defecare ogni volta non mi fa vivere bene

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Certo, comprendo il suo pensiero. la sensazione soggettiva di disagio puo' ridursi ma non modificarsi il danno anatomico. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 503XXX

La ringrazio tantissimo per la risposta chiarissima. Le chiedo un ultima cosa. Dato che a differenza del rettocele il prolasso della vescica e' allo stadio iniziale, di grado lieve ancora, potrebbe riposizionarsi e reinserirsi nella corretta posizione invece, con la riabilitazione del pavimento pelvico? E sopratutto, questa fastidiosissima sensazione di corpo estraneo che fuoriesce dalla vagina puo dipendere dal rettocele o dal cistocele? La ringrazio in anticipo

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Difficile anche questo, ma puo' essere meno fastidioso dopo la riabilitazione Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it