Utente 516XXX
Buonasera, cercherò di esporre in modo chiaro il mio caso.
A fine ottobre sono stata sottoposta ad intervento chirurgico di anoplastica e sfinterotomia per duplice ragade anale.
Purtroppo contestualmente mi sono ammalata di leucemia mieloide acuta che ha ritardato notevolmente i tempi di guarigione/cicatrizzazione, di fatti dopo circa due settimane è addirittura subentrato un ascesso che mi ha costretta ad un secondo intervento chirurgico per rimuovere l'infezione con relativo piccolo drenaggio esterno in corrispondenza dell'ano (più o meno). Successivamente mi sono dedicata alla cura della LAM, sottoponendomi al primo ciclo di chemioterapia...inutile dire che nel frattempo le ferite non rimarginavano e la cicatrizzazione è iniziata effettivamente agli inizi di dicembre quando i miei valori ematici (neutrofili soprattutto) hanno cominciato a risalire e "normalizzarsi" per quanto possibile con la leucemia in corso.
Nel giro di due settimane le lacerazioni esterne sono scomparse, perdite grosse di sangue soltanto due poi nulla (per fortuna). Ho applicato Ozonia 10 ed effettuato bidet con Anonet (che continuo ad usare), tenendo sempre una garza sterile nella zona anale.
Il mio problema attuale è che da circa 10 giorni la garza rimane sporca di feci, piccole tracce ma fastidiose...soprattutto quando le feci non sono ben asciutte. Il chirurgo che mi ha operata e visitata anche durante la degenza in ematologia presso un altro ospedale (carinissimo e disponibilissimo alla piccola trasferta!) ipotizza sia un discorso di mucosa non ancora ben cicatrizzata. É possibile? O meglio, è normale una conseguenza del genere per chi ha subito intervento come il mio? Ripeto che il processo di cicatrizzazione ha preso il via in dicembre...dopo un mese e mezzo dall'intervento...
Ci tengo a precisare che non ho perdite incontrollate di aria o feci ma queste tracce che rimangono dopo la defecazione proprio non mi vanno giù...ho 33 anni ecco!

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
E' probabile che sia residuata una fistola perianale. Ovviamente la diagnosi non può essere fatta on line ma deve essere visitata presso il centro dove è stato eseguito l'intervento per pianificare il futuro trattamento.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 516XXX

Eppure non ho affatto dolore...farò certamente una visita di controllo, intanto grazie.

[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Infatti la fistola perianale se non infetta non causa dolore ma solo secrezioni maleodoranti essendo in comunicazione con l'intestino
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente 516XXX

Ho effettuato una TC con contrasto durante la degenza (per altri motivi) e non è emerso nulla...si sarebbe vista da lì o sbaglio?