Utente
Salve,
vado regolarmente in bagno da anni tutte le mattine (alcune volte anche nel primo pomeriggio) però da circa 4 anni con cadenza di 10 mesi circa (sempre sotto periodi in cui bevo poca acqua ed esagero con il cibo/birra/vino) mi succede che la mia ragade con dolori alla defecazione e che poi durano circa 5/6 ore (passano nel pomeriggio, mai se sdraiato o di notte) si riapre.
Generalmente bevo 1,5 litri di acqua al giorno e mangio molta frutta (forse troppa?), visto che lavoro al pc.
Non ho mai fatto nulla se non ri-regolarizare la dieta e dopo circa 2 settimane si richiude e pian piano passa il dolore e la sensazione di bruciatura per tornare alla normalità.
8 mesi fa sono andato dal mio dottore che facendomi una visita ha visto subito la ragade, divaricando i glutei e l'ano con le dita, prescrivendomi Antrolin e nient'altro, ma l'ho usato pochissimo anche perchè il dolore era in fase discendente.
Dopo capodanno e varie cene, dopo una defecazione più dura (penso per la poca acqua bevuta nel periodo) mi è tornato tutto e dopo 2 settimane esatte si è concluso nella solita modalità.
Confermo il dolore in 3 fasi che dura per almeno 5 ore nella fase acuta ( peggiorando se per caso faccio un po di feci liquide)
Generalmente poche macchie di sangue vivo sulla carta igenica sono presenti solo i primi giorni.
Vi chiedo solo se è possibile che una ragade (che a questo punto penso sia cronica) si possa chiudere da sola e cicatrizzarsi e se la terapia che uso ogni volta nel mangiare frutta e bere più acqua può essere risolutiva.
Prossimo step sarà valutare con un proctologo l'eventualità di un operazione, ma il fatto che ogni volta riesco a risolvere mi fa un pò desistere nel metterci le mani.
Vi ringrazio per i preziosi consigli.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la ragade può avere un decorso recidivante in parte per i motivi che lei già ha sperimentato sulla sua pelle, ma per avere un giudizio definitivo sul da farsi, direi che una valutazione proctologica sia necessaria.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio davvero molto per il tempo concesso.
Devo passare dal medico di base, che mi visita sempre, e volevo vedere se stando attendo all'alimentazione il problema si ripresenta.
Volevo chiederle un ultimo parere, una ragade cronica può riformarsi e guarire da sola ogni volta solo tornando a sistemare la dieta? In teoria se è cronica non dovrebbe non rimarginarsi senza utilizzo di rimedi farmacologici?
Grazie e buon lavoro

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente se la ragade ha le reali caratteristiche di cronicità è difficile che cicatrizzi solo con la dieta, ma questo non toglie che una ragade anche non del tutto cicatrizzata non migliori dal punto di vista della sintomatologia.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza