Utente 511XXX
Buonasera,
in seguito ad una visita proctologica avvenuta a Dicembre 2018, mi è stata diagnostica una grossa ragade con ipertono sfinterico ed un emorroide esterna di 3 grado. La ragade era stata già individuata anni fa. Mi è stata prescritta una cura con Daflon e Levorag per 40 giorni. Purtroppo, dopo aver terminato la cura, la ragade è frequentemente dolorante, e l'emorroide la percepisco più "gonfia" seppur non particolarmente dolente. Il sanguinamento è presente ad ogni defecazione. Vorrei evitare di ricorrere alla chirurgia... Secondo la vostra opinione è necessaria o potrei tentare ulteriori consulti medici e di conseguenza terapie differenti?
Ho 25 anni, sono vegetariana (quindi seguo una dieta ricca di fibre), bevo 1.5/2 litri di acqua al giorno, pratico attività fisica, fumatrice (purtroppo).
Ringrazio per eventuali risposte.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, se una terapia non sortisce l'effetto comunque è consigliabile avvertire lo specialista che l'ha visitata e vedere se con una cura alternativa il problema si risolve, l'intervento chirurgico soprattutto per la ragade rappresenta l'ultima spiaggia e non mi sembra che sia il suo caso al momento.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente 511XXX

La ringrazio per la risposta. Volevo chiederle, se è possibile che un emorroide esterna di 3 grado, possa sparire (perdoni se il termine potrebbe non essere propriamente corretto) oppure solo "sgonfiarsi".
Ringrazio nuovamente.

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Il 3 grado rappresenta un gavocciolo che è prolassato all’esterno e che manualmente risale nel canale anale, se si riferisce a codesta situazione direi di no.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza