Utente 417XXX
Buongiorno avrei bisogno di un informazione.
Per un periodo di un mese ho sofferto di vari disturbi intestinali, fitte forti che arrivavano durante la giornata. Successivamente, ho iniziato a trovare lieve sangue nelle feci, ma non al loro interno, ma sulla carta igienica e sul water. Inizialmente il pensiero andava sul fatto che potesse provenire dallintestino o Colon, correlato il sangue ai dolori, difatti la dottoressa mi ha dato da fare calprotectina fecale per controllare se è in atto un infiammazione. Tuttavia, io ho iniziato per un periodo a mangiare molte fibre e bere molta acqua, ho eliminato le schifezze, i problemi intestinali sono notevolmente migliorati, ora neanche li accuso molto. Tuttavia a volte mangiando magari schifezze, pur andando molto bene al bagno(assente stitichezza) noto quella lieve macchia di sangue. Ho pensato fossero allora emorroidi, ho provato a controllare, all'interno sento una piccolissima pallina al tatto indolore, mentre allesterno, ho notato che restando eccessivamente troppo tempo seduto sul water dopo l'evacuazione, a ore 12 in zona perianale mi si forma una specie di gonfiore (sembra una pallina viola) che non credo sia un emorroide anche perché schiacciando questo rigonfiamento non sento alcun dolore e mi basta schiacciarlo anche pochissimo che rientra subito dentro, mentre so che nei casi delle emorroidi non è così facile farle rientrare nel caso siano esterne. La mia domanda ora è :possibile che ci sia una presenza di emorroidi? Cosa può essere quel gonfiore viola in zona ore 12 perianale? Nel caso ci sia una emorroide che penso comunque sia veramente di lieve entità, che creme posso usare per cicatrizzarla?
Vi chiedo un grande favore :io, pur non essendo di certo un medico e non avendo le vostre conoscenze, sono contrario a quei medici che dicono che l'unico modo per curare un emorroide è la chirurgia. Mio padre mi ha raccontato che da giovane ne aveva più di una e forse di 2 o 3 grado, perdeva molto sangue, e con una alimentazione completamente sana ricca di fibre le ha eliminate, e a distanza di tanti anni, non ha problemi al quanto so. Faccio questa premessa perché ho letto consulti dove a quanto pare per certi medici in ogni caso la soluzione unica sembra sempre essere la chirurgia.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente si tratta di emorroidi.
La chirurgia si riserva a casi selezionati e, da quanto descrive, lei non è tra questi.
Le consiglio una visita diretta per una terapia mirata!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia