Utente 499XXX
Buongiorno mediciitalia, chiedo un consulto riguardante un problema che mi affligge da un paio di settimane. Specifico subito che ho 21 anni, non bevo e non fumo.

A inizio febbraio dopo aver avuto un attacco di forte diarrea per i circa tre giorni successivi dopo aver finito la defecazione avevo un leggero sanguinamento ( un paio di gocce di sangue rosso acceso al massimo sul gabinetto e sulla carta igienica, mai mischiate alle feci).

Per una settimana su consiglio del mio medico ho applicato crema Linfadren e mangiato in bianco e il problema sembra essersi risolto; tuttavia dopo pochi giorni ho iniziato ad avvertire una sorta di fastidio nell’ano, come se avessi qualcosa al suo interno.

Esternamente al tatto non si sente nulla, non è doloroso, e smetto di avere fastidio a seconda della posizione che assumo, per esempio allargando molto le gambe o allargando i glutei con le mani.

vado in bagno con la stessa frequenza di prima, non mi sento nè stitico nè constipato ma nell’atto al momento di spingere sento i muscoli un po’ più duri e sento un po’ di bruciore, come se il passaggio fosse più stretto, non saprei bene come altro definirlo.

Non ho in famiglia nessun caso di malattie a carico dell’intestino. Potrebbe essere un’emorroide interna ancora un po’ infiammata?

Grazie e Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente potrebbe esserlo, ma comprenderà che senza una visita proctologica le nostre rimangono ipotesi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza