Utente 541XXX
Gentilissimi Dottori,
da circa tre mesi soffro di una ragade anale.
Mi sono rivolto ad un proctologo che mi ha prescritto la seguente cura: bustine di psyllogell mattina e sera, crema anonet , supposte di cicatridina (una al giorno), lavaggi con acqua tiepida più volte al giorno.

Dopo circa un mese di cura alla visita successiva il dottore ha riscontrato che la ragade è in lenta guarigione e mi ha consigliato di proseguire la cura sostituendo le supposte con pasta all'ossido di zinco. Il proctologo mi ha già accennato che se non si risolve il problema l'unica soluzione dopo la cura è l'intervento chirurgico.
Documentandomi in rete ho notato che c'è la possibilità di fare questo tipo di intervento con tecnica mini invasiva laser CO2.
Questo tipo di intervento (laser CO2) è risolutivo?

Certo di una vostra risposta vi saluto cordialmente

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Ogni intervento è risolutivo indipendentemente dalla modalilta' di sezione e sintesi del tessuto. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 541XXX

Grazie.
La mia perplessità nasce solo dal fatto che sebbene questo tipo di intervento è quello meno invasivo viene praticato da pochi.