Utente 539XXX
Gentili medici.
Qualche settimana fa, dopo un episodio di sangue sulla carta igienica, mi è stata diagnosticata una ragade anale. Il medico mi ha dato come cura Antrolin.
È possibile che la ragade non provochi dolore, ma solo un leggero fastidio?
Inoltre, dopo una settimana di antrolin (la sera, prima di andare a letto), ho notato che qualche volta (una o due volte ogni due settimane tipo) sanguina un po’ e provoca un leggero fastidio, tipo bruciore e prurito. Dipende sempre dalla ragade? Per quanto tempo devo utilizzare antrolin affinché la ragade si cicatrizzi del tutto?
Grazie mille anticipatamente.

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente la ragade può determinare anche una sintomatologia dolorosa sopportabile e cagionare una minima perdita di sangue, l'antrolin, va almeno preso per 3 settimane, salvo complicazioni.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente 539XXX

Gent.mo dott. Sforza,
La ringrazio per la sua risposta e approfitto della Sua gentilezza per porLe un’altra domanda. Durante l’evacuazione, oggi ho notato che le mie feci erano strane , presentavano un po’ di muco e dei piccolissimi puntini rossi. Secondo lei può essere sangue frammisto ad esse, dovuto a qualche causa grave ?
Essendomi spaventato, ho fatto anche una foto alla parte delle feci che aveva queste caratteristiche, ma non mi permetto di allegarla senza il suo permesso.
La ringrazio vivamente

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Non occorre la foto perché non migliora la comprensibilità. È più probabile che sia qualcosa di alimentare, la ragade non c’entra. Controlli il fenomeno nel tempo variando anche l’alimentazione.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Utente 539XXX

Grazie mille dottore per la celerità della risposta.
Più che alla ragade, in riguardo a questo episodio (puntini rossi e muco) pensavo potesse essere riferito a qualche patologia più grave della ragade (polipi, tumori) poiché ho letto che danno questi sintomi.
Sia ieri che oggi pomeriggio, però, non no notato né muco, né quei puntini rossi. Se fosse dipeso da un polipo o da un CCR questi sintomi si sarebbero presentati anche altre volte?
Ho dimenticato di aggiungere che le feci stamattina erano più dure, mentre oggi pomeriggio erano morbide, ma pur sempre formate.
La ringrazio

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Stia tranquillo e non si faccia prendere da pensieri ipocondriaci è giovane e deve pensare prima a cose benigne, perchè i problemi a cui pensa lei alla sua età sono rari.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
Utente 539XXX

Ho dimenticato anche di dirle che in questi giorni ho mangiato parecchio pomodoro (sia come passata che a pezzi). Quei puntini e quelle parti più rossicce delle feci possono dipendere da questo? E Se fosse dipeso da qualcosa di più grave si sarebbero presentati anche altre volte?
Inoltre un paio di mesi fa ho fatto il test per il sangue occulto (su 1 campione) risultato negativo. Cosa ne pensa?
La ringrazio davvero e spero di non importunarLa più con queste domande.

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Penso quello che già le ho detto, cerchi di tranquillizzarsi e non pensi a problemi gravi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#8] dopo  
Utente 539XXX

Gent.mo dottor Sforza, mi scuso se torno a disturbarla dopo 3 settimane per chiederle un parere.
Ieri, dopo un’evacuazione di feci piuttosto larghe (ma non dure) ho trovato sulla carta igienica un po’ di sangue (millimetri) associato a dolore. Può essere la ragade che si è riaperta?
Inoltre dopo aver fatto il bidet, l’ano era ancora sporco e al passaggio della carta igienica bruciava. È sempre attribuito alla ragade?

Una curiosità: se si fosse trattato di un tumore, il sangue sarebbe stato più abbondante (e anche sulle/nelle feci) e ci sarebbe stato sempre, giusto?

La ringrazio infinitamente e la saluto con rispetto e stima

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si il disturbo può essere attribuito alla ragade.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#10] dopo  
Utente 539XXX

Per disturbo lei intende questo:
<<dopo aver fatto il bidet, l’ano era ancora sporco e al passaggio della carta igienica bruciava >>?
Grazie

[#11]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Prego e saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#12] dopo  
Utente 539XXX

La prendo come un’affermazione alla mia domanda (:D).

Una curiosità: se si fosse trattato di un tumore, il sangue sarebbe stato più abbondante (e anche sulle/nelle feci) e ci sarebbe stato sempre, giusto?

Grazie ancora. Saluti

[#13]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si, saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#14] dopo  
Utente 539XXX

Grazie ancora.
Ultima domanda, poi prometto di non tediarla più...
Il variare della consistenza delle feci (più dure o più morbide) oppure l’evacuazione 1/2 volte al giorno oppure saltare un giorno può essere considerato alvo alterno oppure dipende essenzialmente dal consumo di liquidi e dall’alimentazione?
Grazie e saluti

[#15]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Può dipendere dall’alimentazione.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#16] dopo  
Utente 539XXX

Quindi non si può parlare di alterazione dell’alvo?

[#17]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Aveva detto che era l’ultima domanda, il suo come le ho già detto sta diventando un problema soprattutto di ipocondria, cerchi di non trascurare questo aspetto più che pensare all’incubo di un tumore nascosto sotto i suoi sintomi, se proprio non dovesse riuscire ad uscire da questa ossessione si sottoponga ad una colonscopia e se non basta a tranquillizzarsi si affidi ad uno psicologo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#18] dopo  
Utente 539XXX

Mi scusi se in qualche modo l’ho fatta alterare. Le avevo solo chiesto se il variare della consistenza delle feci può essere considerata come alterazione dell’alvo e mi pare che lei abbia risposto negativamente dicendomi che dipende dall’alimentazione.
Nello scusarmi, la ringrazio anche per il tempo dedicatomi e le porgo cordiali saluti.

[#19]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
No non mi sono affatto alterato, voglio solo portarla sul nocciolo del suo problema e la invito a non sottovalutare gli aspetti che le ho segnalato.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#20] dopo  
Utente 539XXX

La ringrazio. Cercherò di stare tranquillo. Sia il mio medico che il gastroenterologo mi hanno detto che della colonscopia non c’è bisogno.
La ringrazio ancora e la saluto.

[#21]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Bene, cerchi veramente di tranquillizzarsi, tenga la mente impegnata su altri interessi soprattutto e viva la sua gioventù a pieno.
Saluti ed auguri
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza