Utente 550XXX
salve,
sono un ragazzo di 23 anni, circa 1 anno fa mi sono accorto di avere un piccolo forellino di pochi mm situato a metà tra coccige ed ano.
oggi in seguito ad una prima visita chirurgica generale tramite la sanità pubblica durata poco più di 5 minuti è emerso che si tratta di una fistola pilonidale, il chirurgo con la velocità di un falco e senza diritto di replica mi ha fissato un intervento di asportazione a cielo aperto, dicendomi che i tempi di recupero in media sono di 2-3 mesi.
In attesa di un'altra visita, questa volta privata con un chirurgo generale colonproctologo mi rivolgo a voi per avere qualche delucidazione a riguardo.
Ad oggi non vi è mai stata alcuna secrezione, fastidio o rigonfiamento da tale foro, al che rimango alquanto perplesso dalla diagnosi, ma non essendo un medico non mi permetto di mettere in dubbio quanto detto dal chirurgo.
La domanda che mi sono posto e che mi pongo tutt'ora è la seguente, è proprio necessario che mi sottoponga a tale intervento? Non potrebbe bastare semplicemente tenere sotto controllo il forellino e depilare la zona evitando cosi vi si possano incarnare peli o eventuale sporcizia che da essi ne possa derivare?
Effettuare questo tipo di intervento con tempi di guarigione così lunghi e con una degenza alquanto fastidiosa risulterebbe per me difficile e scomodo.

Per conoscenza.
L'estate scorsa mi sono accorto di questo forellino, solamente perchè avevo un brufolo molto fastidioso in tutt'altro punto del sedere, precisamente tra natica e coccige. Dopo aver applicato per una settimana del fucidin è sparito.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Il "forellino" rappresenta lo sbocco del sinus, questo potrebbe essere più ampio nel sottocute.
La guarigione si ottiene rimuovendo tutto il sinus, guai a sottovalutare le sue dimensioni nel sottocute.
Con una ecografia è possibile studiare le dimensioni effettive del sinus e programmare l'intervento in base alle dimensioni.
Se lo desidera ci tenga informati.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 550XXX

Grazie per la risposta, la prima visita chirurgica è fissata per metà luglio, può essere utile presentarsi già con un ecografia? O solitamente è prassi eseguirne comunque una prima di un eventuale intervento?
Il fatto che non abbia mai avuto rossore gonfiamenti o secrezione da tale sbocco può per lo meno considerasi una cosa positiva o è semplicemente solo questione di tempo prima che accada?
Ho letto che vi sono due tipi di asportazione, quella a cielo aperto e quella meno invasiva, so che è a discrezione del medico quale tipo di tecnica eseguire e che sicuramente sceglierà quella più opportuna per ogni singolo caso.
Immagino che i tempi di guarnigione siano differenti per ogni singola persona ed ogni singolo caso, vorrei comunque sapere di media quanto tempo deve passare prima di poter ricominciare a fare sport?
Conviene tenere la zona depilata con rasoio o per lo meno accorciare peli superflui nelle vicinanze dell orifizio?
La ringrazio nuovamente per la tempestiva risposta
Saluti

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si!

No!

Positiva!

Entrambi asportano tessuto ed il tutto dipende da questo, più tessuto sarà necessario asportare più lunghi saranno i tempi di guarigione.
Nel suo caso sembrerebbe da escludere la tecnica dove si lascia aperta la ferita, questa è sicuramente quella che richiede più tempo.

Preferibilmente!
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 550XXX

Ultimissima domanda, secondo la sua esperienza, se a seguito dell’ ecografia la cisti dovesse rivelarsi piccola e poco estesa vi sono stati casi in cui magari si poteva pensare di evitare l’operazione?
Oppure la cosa è destinata ed espandersi e quindi va esportata il prima possibile ed aspettare significherebbe peggiorare la situazione?
Ringrazio nuovamente

[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Va asportata!
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com