Utente 371XXX
Salve, sono un ragazzo di 23 anni, ormai da circa 7-8 anni avevo una cisti sacrocoggigea fistolizzata (sinus pilonidalis) che ho operato circa 1 mese e mezzo fa, il chirurgo ha preferito utilizzare la tecnica aperta quindi senza l utilizzo di punti di sutura per far rimangiare la ferita da sola, dopo circa 16 medicazioni ha detto che non c'era più bisogno di vederci e che avrei potuto continuare le medicazioni a casa applicando dopo la doccia Streptosil in polvere con annessa garza e cerotto, ora dopo circa 10 giorni di automedicazione noto ancora sulla garza e quando effettuo la pulizia tamponando oltre ad un po' di sangue normale perché la ferita non è ancora chiusa del tutto ed in aggiunta un po' di liquido che mi ricorda il liquido infetto che fuoriusciva dalle fistole.
È normale che ci sia ancora un po' di liquido in uscita dalla ferita o potrebbe essere il sintomo che ci sia ancora del materiale interno da esportare?
Grazie

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
E' piu' verosimile la ferita non sia ancora del tutto guarita. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 371XXX

Grazie per la sua rapida risposta, quanto tempo dovrebbe impiegarci in media a guarire una ferita del genere? Chiedo perché è passato 1 mese e mezzo e non ne posso più di stare "ai box" xD

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Dipende dallo stato locale, difficile dirlo a distanza.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it