Utente
Buongiorno, vorrei porre alla vostra attenzione un problema con la defecazione riscontrato in questi ultimi giorni.
Verso inizio settimana, domenica per la precisione, ho notato che le mie feci erano più dure del solito e ho anche mostrato una discreta fatica nell'evacuarle.
Pensando di soffrire di stitichezza ho iniziato ad assumere alimenti ricchi di fibre a partire dalla sera.
Il giorno successivo la situazione non è cambiata di molto, sicché mia madre mi ha consigliato l'utilizzo di un purgante.
Premetto che non si tratta di un farmaco, ma di una sorta di integratore di cui ora non ricordo il nome.
Il giorno successivo mi sono recato al bagno circa 5 volte.
Dopo aver defecato non mi sentivo mai completamente libero: provavo ancora uno stimolo, anche se molto debole (un sentore direi) di dover espellere altro.
Nei primi due dei 5 "casi citati" si trattava di defecazione effettiva (con feci molto più molli del giorno prima).
Nei restanti casi lo stimolo era causato da piccole quantità di feci.
Il giorno successivo passando la carta noto dei segni "rettilinei" di sangue rosso vivo.
Sulle feci non ve n'era traccia.
Questi segni di cui parlo sono molto sottili: per fare un paragone si parla delle strisce di sangue che capita di trovare passandosi la carta sul viso dopo essersi rasati... Dato lo sforzo compiuto il giorno precedente, e l'ingente utilizzo di sapone nella zona anale, i miei genitori mi hanno consigliato l'utilizzo di una pomata: Proctocyn.
Mi sono scordato di dire che nella zona anale era anche irritata.
Nei seguenti due giorni la situazione non è variata di molto: non ho defecato così tanto (due volte al giorno come di consueto).
Le feci sono ancora molto molli, e ancora provo il sentore citato prima alcuni minuti dopo aver defecato (non so dirvi poi se sia una mia fissazione data la situazione o se sia effettivamente un problema) Il sangue, nella stessa forma descritto prima, l'ho riscontrato ancora una volta stamattina: riconosco di essermi sforzato più del dovuto in quanto volevo verificare se il famoso sentore portasse a qualcosa di concreto.
Altro sintomo che mi viene in mente è il fatto di avere meno forza nella defecazione.
Non sento dolori o altro.
Mi scuso in anticipo per l'essere stato troppo prolisso, ma ho voluto cercare di descrivere come meglio potevo.
Mi scuso in anticipo qualora non dovessi essere stato troppo chiaro.

Attendo risposta con dovuta pazienza, data la situazione in cui ci troviamo oggigiorno.
Ringrazio in anticipo per la disponibilità

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente non è nulla di grave, penso ad una problematica benigna dell’ano. Quando avrà la possibilità di farsi visitare da un proctologo lo faccia per dirimere ogni dubbio.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza