Utente
Salve, ho 21 anni e circa ogni 1-2 mesi mi capita solo per un giorno o due che defeco molto sangue insieme alle feci.
Questo sangue è colore rosso vivo ed è abbastanza in quantità: l’acqua del water diventa rossa.
Dopo ritorno alla normalità per qualche mese (al massimo ho qualche piccola striatura rossa sulla carta igienica ogni tanto ma neanche spesso) finchè dopo qualche mese capita di nuovo...oggi mi è di nuovo capitato infatti, forse sarà lo stress?
In questi giorni sono abbastanza stressato per lo studio universitario infatti.

Nel 2016 ho fatto una visita con anoscopia per problemi di muco e anche qualche striatura di sangue sulla carta igienica e questo è stato il referto:
Prostata aumentata rispetto all'età.
Canale anale interessato da emorroidi di primo grado con alcune petecchie.
Mucosa della giunzione anorettale iperemica con abbondante muco e alcune piccole scarificazioni longitudinali facilmente sanguinanti
Conclusioni: scarificazioni da probabile microtrauma (passaggio feci mi ha detto) abbondante muco in ampolla.
Utile visita gastroenterologica per escludere patologia infiammatoria del colon-retto e ecografia prostatica per escludere eventuale prostatite.


Le emorroidi che mi avevano diagnosticato sono causa di questo problema secondo voi?
Vorrei solo sapere se posso stare tranquillo o c’è da preoccuparsi... sono fortemente ipocondriaco.


Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Nessuna preoccupazione, probabile malattia infiammatoria del retto. Utile consulto con gastroenterologo


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore, grazie per la risposta.
Lei crede che la causa emorroidaria sia da escludere quindi? O è anche possibile?
Inoltre volevo farle un’altra domanda: lei crede che basti migliorare l’alimentazione e stressarsi di meno per risolvere il problema senza andare a fare la visita? Le visite mi ansiano molto e preferirei evitare e concentrarmi sull’avere una corretta alimentazione (che ora mi manca) e sullo stressarmi di meno. Ovviamente me lo dica lei, perché se è assolutamente necessaria per evitare conseguenze a lungo termine la farò.

Distinti saluti