Utente
Gentilissimi medici,
sono una ragazza di 28 anni, normopeso con regolari abitudini alimentari e bevo alcolici molto occasionalmente.

Mi piacerebbe avere una vostra opinione, in attesa di visita specialistica che ho fissato a 2 mesi.

Premetto che sono un soggetto ipocondriaco e sono stata in terapia per ansia.

Non soffro di stitichezza, ma negli ultimi 2 anni mi è successo spesso di alternare periodi di "difficoltà" a periodi normalissimi, in alcune occasioni durante questi periodi ho fatto uso di lassativi da banco ma diciamo che in ogni caso la stitichezza occasionale non è mai stata severa (ho iniziato a svolgere un lavoro sedentario e forse questo ha influito nell'insorgere di questi periodi)
Mi imbarazza molto parlarne, ma il problema è che da circa 1 anno e mezzo, mi è capitato spesso di avvertire la presenza di feci residue nel retto talvolta anche dopo la defecazione, cosa che mi ha provocato fastidio.
Solitamente il disagio si risolveva evacuando "bene", per poi magari ripresentarsi, insomma quando non sono completamente vuota lo avverto e mi provoca "fastidio".

Questo fastidio ora è spesso presente anche dopo aver evacuato "bene", cioè anche se mi sono svuotata totalmente.

Avverto senso di peso, fastidio, quasi corpo estraneo, ma non particolari dolori e/o bruciori.
E niente sangue.

Ho provato ad osservarmi, e ho notato un piccolo rigonfiamento nella corona esterna dell'ano lato superiore, a volte è più marcato altre meno.
A livello interno, avverto come un rigonfiamento sempre nella parte superiore e un leggero dolore al tatto, ma non mi sembra di percepire escrescenze riconducibili a condilomi e lesioni simili (sono stata positiva all'hpv LSIL di basso grado e mi sono stati rimossi condilomi in area genitale).

Ho familiarità per emorroidi.

Secondo voi è di questo che si tratta?
Pur senza sanguinamento?
A volte il fastidio si fa simile a "punta di spillo", sempre internamente.

Alcuni giorni non sento quasi nulla, altri provo fastidi più accentuati (ovviamente sopratutto se non ho evacuato completamente)
Vi ringrazio in anticipo

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Teoricamente si ma solo una visita permettera' di porre una diagnosi corretta. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dott. Favara grazie mille per la risposta.
Attento la data prevista per la visita con molta ansia.
Ieri ho provato ad applicare Proctolyn, provando sollievo da quel senso di fastidio/disagio che avvertivo pur avendo evacuato "bene".
Il fastidio è ricomparso oggi dopo aver evacuato con sforzo, sembra quasi un senso di "grattamento" che persiste verso l'ultimo tratto dell'anno, dove di fatto all'interno apprezzo un rigonfiamento nella parte superiore.
Può essere il fatto di stare molte ore seduta a causare questo disturbo presunto emorroidale secondo lei? Prima d'ora non ho mai avvertito nulla di simile. Ho cominciato con questi sintomi (ma mai invalidanti) da circa un anno e mezzo dopo 1 anno che facevo l'impiegata postale.
Negli ultimi giorno è "peggiorato".
Sono molto ansiosa e temo sempre il peggio. Spero davvero siano emorroidi.