Utente
gentili dottori
sono un ragazzo di 20 anni che da 3 soffre di un disturbo che mi sta condizionando la vita in modo negativo...
ogni mattina mi sveglio con un bisogno impellente di andare in bagno, al punto che ignorarlo è impossibile. la defecazione dura parecchio, quasi un'ora, ma quando finisco non mi sento mai completamente svuotato; le mie feci sono filiformi, del diametro di meno di un centimetro e molte volte sono intramezzata da scariche di diarrea. durante l'evacuazione emetto anche acqua e aria. ho fatto le analisi per la colite, il morbo di chrom, la celiachia, il diabete e l'epatite, più tutte le analisi atte a scovare infiammazioni intestinali ma han dato sempre esito negativo e le mie analisi di routine sono sempre nella norma.
la mattina e la sera emetto molta aria, ma non mi fa sentire meglio. In questi tre anni l'unica volta che sono stato meglio è stata dopo una settimana che mangiavo riso e pasta in bianco, carne magra e verdure bollite il tutto accompagnato da farmaci per le infiammazioni intestinali e fermenti... poi però, dopo una cena di compleanno è tornato tutto come prima e stavo di nuovo male. I vari farmaci che ho provato (anti-infiammatori, fermenti, etc..) non hanno efficacia, non so più cosa pensare.
potrebbe essere una qualche intolleranza alimentare?? o un problema psicologico?? o qualcosa che ne io ne i diversi medici che ho interpellato non abbiamo vagliato???
vi ringrazio anticipatamente per il vostro consulto, non ce la faccio più..

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
E' solo un'ipotesi, ma alcune cose che ha riferito potrebbero far pensare ad una defecazione ostruita, magari per un rettocele. Deve a mio avviso rivolgersi ad un buon centro di Proctologia della sua citta' e provare a seguire questa "pista". Di sicuro ci sono anche altri problemi correlati a tutto cio' (Sindrome del Colon Irritabile?) ma da qualche parte dovra' pur cominciare...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
gentile dott. Spina
sono stato visitato "internamente" ed è risultato tutto ok... il colon irritabile mi è stato diagnosticato ogni volta che la specifica domanda per cui facevo l'analisi dava esito negativo, quindi ho incominciato a pensare che questa sia la risposta del medico ogni qual volta si trovi di fronte a problemi intestinali non meglio identificati/identificabili... i farmaci per il colon irritabile che mi handato però non sortiscono nessun effetto...

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Per diagnosticare una defecazione ostruita sarebbe opportuno effettuare una defecografia... tuttavia puo' essere benissimo che lei non abbia alcun rettocele: la mia era soltanto un'ipotesi "a distanza", sempre da prendere con tutte le limitazioni che il mezzo telematico comporta.
Mi sembra invece riduttivo quello che lei dice a proposito del Colon Irritabile. Che infatti non e' una patologia e non indica una diagnosi (che del resto non potremmeo fare via internet...). Pero' individua proprio una serie di segni e sintomi (per questo si chiama "Sindrome") non riconducibili ad una diagnosi precisa, ma che comunque esistono e non sono inventati! Insomma, i suoi fastidi ci sono, ma non sono dovuti (per farle degli esempi) ad un'appendicite, ad una occlusione o ad una gastrite...
La terapia per il Colon Irritabile (qualora confermato) consiste soprattutto nel modificare abitudini di vita e alimentari al fine di minimizzare i disturbi, sebbene non sia possibile abolire definitivamente il problema alla radice.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
mi scusi
se sono sembrato irritato o indisponente, se è così prego voglia accettare le mie sentite scuse.
Secondo lei sarebbe una buona idea sentire un dietologo per farmi consigliare una dieta particolare?

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ma no, s'immagini... non c'e' nulla di cui si deve scusare! Il mio intento era soltanto quello di invitarla a considerare verosimile quanto le ha detto il suo Medico. E questo proprio perche' e' vero quello che lei scriveva: "ho incominciato a pensare che questa sia la risposta del medico ogni qual volta si trovi di fronte a problemi intestinali non meglio identificati/identificabili". Ma in realta' deve essere contento di non avere altri seri problemi organici, e allo stesso modo deve darsi da fare per porre rimedio ai disturbi comunque presenti. Un dietologo? Si', l'idea e' buona; ma prima sentirei cosa ne pensa il Gastroenterologo, anche per avere un'ulteriore conferma della presenza di questa benedetta Sindrome del Colon Irritabile.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com