Utente 146XXX
buonasera egregi dottori sono un ragazzo di 22 anni (non so se è utile ai fini dela diagnosi ma premetto che sono vergine) e da quasi un anno ho un problema. a febbraio dell'anno scorso ho notato secchezza nel glande e delle macchie bianche ai lati, con la corona leggermente violacea. mi sono consultato con un medico amico di famiglia che mi ha consigliato la pomata canesten per 2 settimane, ma non è cambiato nulla. nello stesso mese mi sono rivolto ad un urologo per un consulto e mi disse semplicemente di lavare il pene con un detergente neutro. nel mese di aprile ho deciso di farmi vedere da un dermatologo, che dopo al visita mi ha detto che era una semplice depigmentazione e mi ha dato del diproform per 3-4 giorni, dicendo che in seguito il problema si sarebbe risolto, ma ha notato anche un accenno di fimosi, che avrei dovuto tener sotto controllo. al giorno d'oggi mi trovo in una simile situazione, colle macchie che sono rimaste in quei punti con alternanza di miglioramenti /peggioramenti e la secchezza sempre presente, che riesco ad alleviare con la pomata di calendula.
il problema è che negli ultimi due mesi ho avuto un peggioramento della fimosi (non serrata , riesco a portare il prepuzio poco sotto la corona del glande)con la presenza palpapile di un anello fimotico in erezione(o almeno credo sia un anello fimotico, non avendo nessuna base di medicina).
premettendo che so che questo via internet è solo un consulto e che ho intenzione di effettuare una visita dermatologica questo mese stesso, negli ultimi tempi, consultando questo sito mi è venuta la paura che si tratti di lichen sclerosus, e vorrei sapere se è qualcosa di curabile dopo un anno circa , se è necessario effettuare la circoncisione, e che tipo di terapia è prevista, sempre nel caso sia soggetto a questo problema....
vi ringrazio per la cordiale attenzione

p.s. non so se è utile ai fini della questione ma sono un soggetto allergico e soffro di eczema atopico, ma che non si è mai concentrato in zona genitale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

a prescindere dalle visita che ha prodotto in passato ed in virtù della eventuale rapidità di modifica del quadro clinico - la invito - per la presenza di chiazze bianche e fimosi iniziale ad anello - a produrre la visita dermato-venereologica per l'esclusione del lichen sclerosus in primis e di sicuro di tante altre situazioni, chiarendo che l'orientamento diagnostico del collega dermatologo che l'ha potuta visitare è da tenere ben presente.

cari saluti

Dott. LAINO, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 146XXX

gentile Dottor Laino la ringrazio per la pronta risposta.
conscio di dover intraprender una visita le pongo solo un'altra domanda ai fini della mia tranquillità, dato che la situazione precedentemente descritta ultimamente mi ha reso un po ansioso a riguardo.
le vorrei chieder se la situazione del mio glande può esser anche una semplice conseguenza della fimosi e se nel caso di lichen, nonostante sia passato quasi un anno, la questione possa esser risolta....

grazie per la disponibilità

[#3] dopo  
Utente 146XXX

gentili dottori, la visita l'ho in programma per la settimana prossima, ma ho un dubbio,,,negli ultimi giorni ho notato un lieve gonfiore dell'anello fimotico in erezione, ma riesco comunque a coprire/scoprire sia a riposo che in erezione il glande, mica si sta sviluppando una parafimosi?

[#4] dopo  
Utente 146XXX

gentili dottori sono reduce dalla visita dermatologica effettuata oggi stesso....il medico però non ha trovato nessun sintomo preoccupante.
alla mia precisa riguardo al lichen ha detto che per fortuna non si tratta di quello, , e che la secchezza e le macchie possano esser una conseguenza del mio stato allergico.
per quanto riguarda l'anello, non ha trovato il mio pene in uno stato fimotico.
sono contento ovviamente a riguardo delle diagnosi, ma mi rimangono dubbi, specie dal punto di vista dell'anello fimotico, di cui mi sembra rivelar la presenza, specie in erezione...

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

direi che la visita ha chiarito tutto: se i dubbi persistono riproduca il controllo in futuro.


cari saluti

Dott. LAINO, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#6] dopo  
Utente 146XXX

gentile dottore, dati i miei problemi generali di secchezza della cute (eczema atopico) applico dell'olio vea con discreti risultati.,...pensa che potri utilizzarlo per il glande secco e non è consigliabile applicarlo a livello genitale?