Utente 391XXX
Buongiorno,
in data 21/06 ho asportato chirurgicamente 2 nei.
Ieri ho ritirato l'esame istologico che mi dice:
Descrizione macroscopica
a)da regione dorsale destra losanga cutanea di cm 1.3x12 con neoformazione piana a margini irregolari, pigmentata, del diametro massimo di cm 0.8, 1T.
b)da regione palpebrale inferiore di sinistra losanga cutanea di cm 0.4x0.2 con neoformazione pigmentata del diametro massimo di cm 0.2. 1T

DIAGNOSI:
a)nevo composto con quadri irregolari di regressione infiammatoria; exeresi radicale
b)nevo composto; exeresi radicale

Posso stare tranquilla?
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Puo' stare tranquillissima, sono nei benigni.

Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 391XXX

La ringrazio davvero moltissimo!mi ha tolto un grande peso..
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
ci fa piacere.

E' fondamentale pero' ricordare a chi legge, che, l'esame istologico delle lesioni asportate deve essere sempre visionato dal DERMATOLOGO che ha consigliato eo effettuato l'intervento chirurgico: questo per motivi etici ma anche pratici che rientrano nella completezza della diagnosi.

pertanto ed anche nel caso specifico si indica sempre di proseguire tale continuita' medico-paziente, il quale costituisce da sempre, la strada piu' corretta da perseguire.

ancora, e' opportuno asserire, pur non entrando nel merito del caso specifico, che, nei casi di nei sospetti, che l'asportazione chirurgica DOVREBBE ormai essere SEMPRE preceduta da l'EPILUMINESCENZA, una tecnica eseguibile dal DERMATOLOGO esperto in questa disciplina, che permette sia di diagnosticare in tempo lesioni sosopette, ma anche di EVITARE interventi chirurgici inutili ed incongrui per il paziente.

tale relativamente recente tecnica e' rapida, indolore, oltre che effettuata ormai in sede dermatologica da tutti i piu' importanti centri nel Mondo.

essa rappresenta una tecnica ormai ben codificata e recensita in sede internazionale.

l'epiluminescenza ha un alto grado di accuratezza e specifcita' ed e' un corollario indispensabile per la diagnosi di uno dei purtroppo, peggiori tumori dell'uomo, in stato avanzato (MELANOMA).


Diffidate di chi consiglia per la diagnosi precoce del MELANOMA, poiche' ancora oggi l'arma piu' importante contro questo tumore maligno e' la PREVENZIONE: asportare un Melanoma in stato iniziale, significa (e lo posso affermare senza alcun dubbio) salvare una vita.

ancora saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo, ROMA
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it