Utente 400XXX
salve, da quando sono piccolo ho un neo sul braccio (me lo ricordo da sempre); circa 6 o 7 anni fa questo neo ha iniziato a diventare strano; l'ho fatto vedere da uno specialista che mi ha detto di non preoccuparmi.
Ammetto di non averci proprio fatto più caso a causa della sua posizione poco "comoda" (nell'interno del avambraccio) per un bel pò, ma mi sono accorto da circa un annetto che da allora era cambiato.
Ora il nevo si presenta decisamente più chiaro, in rilievo di circa 2 o 3 mm, di forma quasi ellittica/ovoidale, con il diametro maggiore di circa 3-4 mm. Ci sono dei piccolissimi puntini più scuri sul bordo superiore ed una linea piuttosto visibile che lo separa praticamente in metà, rendendolo bilobato (non è proprio facile da descrivere); il problema è che è un pò fastidioso, poichè di tanto in tanto mi prude piuttosto intensamente. Non mi preoccupo poichè da quando ho incominciato a farci caso non mi sembra essersi modificato. Mi conviene prestare più attenzione e, in caso di improvvisa mutazione, rivolgermi di nuovo allo specialista?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

i Nei NON si descrivono telematicamente, ne personalmente:

per avere la massima tranquillità occorre:

- la visita specialistica dermatologica (che mi sembra lei abbia già effettuato)

- l'epiluminescenza in Videodermatoscopia (tecnica indispensabile quando prescritta in aggiunta dallo stesso Dermatologo)

sappia ancora per sua informazione, che a prescindere dai casi più gravi (melanoma nodulare - polipoide) e meno gravi (carcinomi spinocellulari e basocellulari nodulari) oltre che altre rare condizioni tumorali mesenchimali, i NEI che debbono essere controllati sono quelli PIANI (non rilevati sulla superficie cutanea)

un'ottima regola da seguire per i pazienti è quella dell' ABCDE:

A: Aspetto della lesione, cambiata nel tempo? = visita

B: Bordi: irregolari, frastagliati = visita

C: Colore: mutato nel tempo ? presenza di duo o più colori nel tempo ?= Visita

D: dimensioni: Neo piano che si ingrandisce > 6 mm ? = visita

E: Evoluzione o elevazione (innalzamento ed ispessimento) = visita

con queste semplici regole è possibile fare un primo screening dei propri, nei, che come potrà immaginare serve solo all'autocontrollo e non sostituisce MAI la visita Dermatologica, che per chi ha nei sul corpo anderebbe sempre eseguita almeno una volta nella vita.

Cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA


Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr.ssa Floria Bertolini

24% attività
8% attualità
12% socialità
PADOVA (PD)
PIOVE DI SACCO (PD)
VICENZA (VI)
ROVIGO (RO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2001
Egregio Signore,
concordo con il collega sulla impossibilità di fare una valutazione senza vedere un nevo e spesso anche la sola visita può non essere sufficiente per una valutazione del rischio della lesione, e in questi casi il Dermatologo necessita dell'utilizzo di una metodica - la dermatoscopia o la videodermatoscopia - per poter esprimere un parere sulla necessità di asportare o continuare a controllare un nevo, e se controllare il neo dopo 3, 6 o 12 mesi.
La regola dell'ABCDE è valida per l'autoesame da accompagnare sempre al controllo periodico effettuato dallo specialista, che potrà darle il suggerimento più idoneo a monitorare nel tempo la Sua neoformazione.
Cordiali saluti.

Dr.ssa Floria Bertolini

VICENZA - Via Lussemburgo, 57
c/o Centro Medico Palladio
Tel.: 0444.322210

PADOVA - Via Diaz, 9
c/o Poliambualtorio Diaz, S.r.l.
Tel.: 049.8810711
dr.ssa F. Bertolini
www.bertolinifloria.it