Utente 109XXX
buonasera,vorrei chiedere informazioni riguardo ad una visita dermatologica che ha eseguito mia madre(56 anni)questo è quanto refertato:area di pallore modestamente infiltrata in sede perianale,inoltre pallore delle piccole labbra ed incappucciamento del clitoride,inoltre chiazza eritematosa del fianco sinistro.sospetto lichen sclerosus,si richiede biopsia cutanea in anestesia locale e con esame istologico sia della zona perianale che del fianco sinistro.da rivedere con istologico.volevo sapere se è una cosa grave?cosa comporta avere questa malattia?e se ci sono cure efficaci,grazie buonasera

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

mi permetto di inoltrarle questo link su una patologia molto importante e non comprendo perchè così poco conosciuta:

https://www.medicitalia.it/luigilaino/news/143/Puo-essere-un-Lichen-sclerosus-o-scleroatrofico-Quando-ci-si-deve-allertare


Le anticipo che le cure ci sono e la ricerca della loro efficacia è la linea di confine che deve essere perseguita con tenacia sia dal medico che dal paziente, assieme.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 109XXX

scusi se chiedo conferma,mi sembra di aver capito che se diagnosticato e curato per tempo non sia pericoloso.grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il lichen sclerosus anche secondo i dati appena pubblicati nelle linee guida della british academy of dermatology e' una malattia pre-cancerosa:
Nelle donne consono 2 dati statistici principali: il primo che descrive un 5% di trasformazione maligna ma nel contempo il
60% dei carcinomi squamocellulari vulvari si scopre avere un legame con il lichen sclerosus.

Ancora, e' fondamentale asserire che il rischi di cancro nei soggetti affetti da lichen sclerosus seguiti ed in terapia e' pressoché trascurabile.

Cari saluti.
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il lichen sclerosus anche secondo i dati appena pubblicati nelle linee guida della british academy of dermatology e' una malattia pre-cancerosa:
Nelle donne consono 2 dati statistici principali: il primo che descrive un 5% di trasformazione maligna ma nel contempo il
60% dei carcinomi squamocellulari vulvari si scopre avere un legame con il lichen sclerosus.

Ancora, e' fondamentale asserire che il rischi di cancro nei soggetti affetti da lichen sclerosus seguiti ed in terapia e' pressoché trascurabile.

Cari saluti.
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#5] dopo  
Utente 109XXX

grazie per la risposta

[#6] dopo  
Utente 109XXX

ma quindi se il sospetto di lichen fosse confermato e si iniziano le cure non c'è pericolo di formazioni tumorali?o è gia di per se una forma tumorale?

[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
No, come le dicevo il Lichen sclerosus è una patologia pre-cancerosa: ovvero non è un cancro ma può costituirne (secondo le percentuali riportatele) una anticamera, non obbligata.

Pertanto un paziente che ha un lichen sclerosus deve subito iniziare a curarsi ed è il dermatologo ad impostare la migliore terapia che non è mai uguale l'una all'altra ma si deve adattare in base ai casi.

Le racconto a titolo informativo 3 esperienze professionali di tipo terapeutico per una donna

a) donna che effettua sola terapia domiciliare

b) donna che ha effettuato microinfiltrazioni e terapia domiciliare

c) donna che ha effettuato un intervento di chirurgia dermatologica (es. ricostruzione delle grandi labbra ed eliminazione di una membrana interlabiale sclerotica, che rendeva impossibile il rapporto sessuale e creava sintomi dolorifici importanti) - seguita dopo qualche tempo da microinfiltrazioni e terapia domiciliare.

Ovviamente per tutti i pazienti debbono valere i controlli, stabiliti sempre dal dermatologo.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#8] dopo  
Utente 109XXX

la ringrazio come avrà capito sono molto preoccupata per la salute di mia madre..grazie ancora,lei è molto gentile.buonasera