Utente cancellato
Salve!
Vorrei sapere se l'afta,specie quella orale,può essere messa in relazione a situazioni di stress o stanchezza e come può essere curata
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sicuramente si.

si può curare in vari modi ma è necessario farlo assieme e direttamente col proprio Dermatologo di fiducia.

L'aftosi orale è difatti una patologia nosologicamente unica, oppure un "segno clinico" di altre situazioni (dall'Herpes simplex I-II al M. di Bechèt, solo per citare talune patologie). Tutto questo non per confonderla ma per indurla a procedere con la visita consigliatale.

Cari Saluti
Dott. Luigi LAINO
Specialista Dermatologo, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2002
Egr pz
effetivamente una larga fascia di popolazione soffre della "stomatite aftosa volgare o semplice" che a differenza della forma maior, o altre, non presenta particolari pericoli.La risoluzione è spontanea in 1-2 settimane di solito;per quanto riguarda le cause le dirò che non vi sono certezze ma classicamente si cita anche lo stress .Le terapie sono molteplici (in genere associazioni di disinfettanti,cortisonici,antibiotici,etc) ma solo allo scopo di ridurre durata ed estensione .
Recidivano purtroppo .
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#3] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri

28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
SARTEANO (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
concordo con quanto già espresso con i miei colleghi, aggiungerei alle terapie cicli di VITAMINA C a LENTO RILASCIO ( non la classica formula effervescente) in bi-somministrazione giornaliera sia per ridurre la durata, ma soprattutto per prevenire le recidive.
Ne parli con il suo dermatologo.

Cordiali saluti
Dott.ssa Serena Mazzieri