Utente 104XXX
Buongiorno a tutti, vi scrivo per chiedervi un consiglio...da più di 20 giorni sono comparse sul tronco e via via anche su cosce, braccia, collo, inguine e penso anche sulla cute della testa delle macchie che il dermatologo ha diagnosticato come pitiriasi rosea di Gibert (anche se, da quando sono andata dal dermatologo, circa 14 giorni fa, ad oggi le macchie sono più che triplicate)... il consiglio che vi chiedo è questo: si può tranquillamente rimanere incinta in questo periodo senza nessun problema? Ho letto tutti i vostri consulti in materia e non ho trovato nulla a riguardo. Volevo anche chiedervi un'altra cosa: ho letto che solo in alcuni casi la pitiriasi crea prurito (ovviamente è il mio caso!!) ed effettivamente in alcuni momenti della giornata il prurito è davvero fastidioso... il dermatologo mi ha detto di applicare la crema Idrovel al bisogno (che mi provoca un bruciore non indifferente una volta spalmata che dura qualche minuto soprattutto nelle zone in cui le lesioni appaiono più grandi e "profonde"),poi prendere Immunactive per 10 giorni x aumentare le difese immunitarie ed ovviamente utilizzare un sapone neutro (io sto usando Bionike alla marsiglia, ma ho notato che ogni volta che faccio la doccia, sembra che le macchie diano più fastidio del solito a livello di bruciore). Volevo sapere se questa "cura" può andare bene x tentare di alleviare i fastidi di questa "malattia" o se consigliate un'altra crema (considerando che purtroppo quella che sto utilizzando non dà grandi benefici ma in generale solo bruciore nelle zone più colpite). E' il caso di riandare di nuovo dal dermatologo? Anche per essere sicuri che si tratti effettivamente di Pitiriasi? E poi, scusate, vi chiedo l'ultima cosa: come riesco a capire quando la "malattia" ha raggiunto il suo picco massimo e sta scomparendo? Ve lo chiedo perchè, a distanza di + di 20 giorni le macchie aumentano giorno dopo giorno e non capisco se la "secchezza" delle macchie più vecchie sia simbolo di guarigione o meno (ho letto su internet che dovrebbe prima sparire la chiazza madre e via via le altre e non so se questo sia vero). Vi ringrazio per l'attenzione e mi scuso se mi sono dilungata un pò troppo. Buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se di pitiriasi rosea di Gibert si tratta (di pitiriasi ce ne sono decine e comprendono anche il solo segno clinico) questa è autorisolutiva: in caso di dubbio ricontattare il dermatologo

saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se di pitiriasi rosea di Gibert si tratta (di pitiriasi ce ne sono decine e comprendono anche il solo segno clinico) questa è autorisolutiva: in caso di dubbio ricontattare il dermatologo

saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#3] dopo  
Utente 104XXX

La ringrazio per la risposta...volevo aggiungere che ieri sono stata di nuovo dal dermatologo il quale pare che sospetti un caso di allergia o di infezione da streptococco o stafilococco oltre alla pitiriasi (mi ha parlato anche di psoriasi guttata). Per questo motivo mi ha prescritto degli esami del sangue ( emocromo, ferritina, sideremia, Ige totali, tas ed anche un tampone faringeo). Aspetterò i risultati del prelievo appena fatto e nel frattempo posso solo prendere antistamico e continuare con l'applicazione della crema emolliente. Se può farvi piacere vi terrò informati sull'evolversi della situazione. Buona giornata.