Utente 210XXX
Ho avuto un rapporto anale a rischio con una prostituta il 2 giugno scorso e, dopo pochi istanti, il preservativo si è rotto, tuttavia ho subito interrotto il rapporto e mi sono ritirato, riducendo quindi il contatto al minimo.
Volevo sapere quali sono i rischi concreti di aver contratto malattie e quali.
Inoltre, posto che sicuramente mi sottoporrò ad esami clinici, vorrei sapere quali esami sono indicati e tra quanto tempo devo sottopormici.
Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
in questi casi il dermatovenereologo prende l'anamnesi durante la visita , controlla l'obiettività, e stila un piano di esami , tra cui sicuramente molti ematochimici , ma non solo ,per controllare che non siano state contratte varie malattie (sifilide, HIV, epatiti, blenorragia, etc)..
I tempi sono diversi, e i controlli saranno seriati.
Effettivamente alcune patologie hanno tempio di incubazione brevissimi (es, bleno, 1 settimana) altri più lunghi (es .HIV ).
Vada dal medico.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 210XXX

Ma, in base alla sua esperienza, dato il carattere minimo del contatto, esiste un rischio concreto di aver contratto infezioni, al di là della teoria e fermo restando che comunque mi farò controllare? Come potrà immaginare, il senso di colpa mi sta ingenerando uno stato d'ansia.

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Il rischio è molto basso, tendente magari allo zero, però esiste;meglio essere scrupolosi.Io penso che non sia successo nulla,vorrei poterla completamente tranquillizzare, però non si può escludere a priori.
Di più non si può dire.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#4] dopo  
Utente 210XXX

La ringrazio infinitamente dottore, soprattutto per il Suo "approccio pratico" purtroppo non comune a molti dei Suoi colleghi, che, con un'impostazione troppo teorica inducono più preoccupazione del normale.
Lunedì stesso mi recherò dal dermatologo, ma affronterò tutto con maggiore serenità.
Nonostante l'episodio che Le ho raccontato sembri dimostrare il contrario, non sono una persona superficiale.
Grazie ancora per l'aiuto.