Utente 251XXX
Salve, vi scrivo questa volta non prima di andare dal dermatolo bensì dopo averne consultati ben due!!!

Il primo mi dice che la mie due macchie rossastre che ho una sulla mano e una sul polpaccio con un diametro di 2cm con evidente guarigione al centro della macchia è CHIARAMENTE tigna...ho due gatti e mi hanno trasmesso la malattia.
Mi prescrive cosi una pomata "pervaryl" da mettere mattina e sera per 1 mese, e mi avvisa che la guarigione è comunque molto lenta.

lo faccio e dopo un mese le macchie sono aumentate : ne ho altre tre , una sull'avambraccio, una all'interno del ginocchio e l'altra quasi sotto l'ascella, tutte di circa 1 cm. Le prime che mi avevano portato dal dermatologo sono aumentate di diametro.

La situazione è quindi peggiorata allora consulto un nuovo dermatologo.

Il secondo mi dice (dopo che io gli ho chiaramente detto cosa mi aveva detto il primo dermatologo e la cura che avevo fatto) che non è assolutamente Tigna...ma è Psoriasi, che è genetica (ebbene si ce l'aveva mio nonno...!) e mi ha prescritto una nuova cura e dicendomi chiaramente che è incurabile e tutte le cose da fare.

Ora considerato che io sono un uomo di 35 anni , ho il nonno con la psoriasi e due gatti in casa, qual'è la verità???????

ho visto delle immagini su internet e le mie macchie somigliano MOLTO di più alla tigna (Tinea corporis) ... potrebbe la cura della psoriasi peggiorare la malattia se fosse tigna?

Non so cosa pensare....potete aiutarmi a fare chiarezza?



[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
La verità è che a volte le diagnosi non sono così semplici. Da questa sede non possiamo ovviamente entrare nel merito di una diagnosi differenziale. Genericamente le posso suggerire di effettuare un esame colturale per dermatofiti sulle squame delle lesioni cutanee e di far visitare anche i gatti dal veterinario. Poi, ovviamente, di avere fiducia nello specialista e di continuare a farsi seguire dallo stesso: sarà più facile raggiungere la verità che tanto cerca. Se cambia specialista ogni volta perderà un'occasione importante: quella che il medico possa seguire l'evoluzione della dermatosi. Talora il dato temporale ed evolutivo può fornire allo specialista dettagli altrimenti difficili da cogliere alla prima visita e quindi aumentare l'accuratezza della diagnosi clinica.
Cordiali saluti

Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#2] dopo  
Utente 251XXX

Salve,
come si chiama esattamente l'esame da fare per verificare di cosa si tratta?
il centro dove faccio le visite ha il Prelievo tampone cutaneo e l'esame colturale.

Quale dei due può chiarire cosa ho?

grazie

[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Si chiama "colturale per dermatofiti"
Cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#4] dopo  
Utente 251XXX

alla fine era psoriasi...lo abbiamo dedotto dall'effetto curativo delle pomate per la psoriasi.

grazie mille per le vostre risposte