Alopecia e pillola diane

Ho sempre sofferto di acne e di perdita di capelli (fin dall'adolescenza), questi si sono fatti sempre più radi, qualche anno fa mi è stato diagnosticato l'ovaio policistico, ma avendo cicli relativamente normali e visto che non mi causava altri problemi oltre a quelli "estetici" non me ne sono per niente curata.
Negli ultimi anni però la situazione è andata peggiorando velocemente, portandomi ad un'acne devastante e ad una perdita di capelli notevole (mi si vede il cuoio capelluto sia sulla zona frontale sia occipitale), oltre che irsutismo e mestruazioni assurdamente abbondanti; così ad aprile di quest'anno mi sono decisa a chiedere la pillola alla ginecologa: questa dottoressa a differenza del primo mi ha spiegato che i sintomi che ho sono legati al mio sovrappeso (che sto riducendo ma è un processo dolorosamente lungo) poichè a livello del tessuto adiposo i miei ormoni vengono convertiti in ormoni maschili.
Da aprile prendo Diane (mi ha detto che è necessaria una pillola ad alto dosaggio) e fortunatamente per ora la tollero perfettamente, l'acne in un paio di mesi è sparita (diciamo che mi spunta ancora qualche brufoletto...) ma per i capelli non vedo risultati.
Vi chiedo: è possibile che col passare del tempo i miei capelli ricrescano o ne viene solo arrestata/ridotta la caduta?
Vorrei anche sapere in quanto tempo mi posso aspettare un miglioramento tangibile con la sola pillola Diane, e se esistono cure da abbinare per velocizzare il tutto.
Le ultime domande riguardano il mio futuro: dovrò prendere la pillola a vita o una volta raggiunto il normopeso potrò sospenderla? E' proprio indispensabile Diane o potrò un giorno prenderne una a più basso dosaggio?
Il trapianto di capelli avrebbe qualche senso (visto che la zona interessata è così ampia)?
Insomma, so che ho fatto molte domande ma essendo ignorante in materia ho bisogno che mi venga illustrata la cura in maniera abbastanza ampia.
Quasi dimenticavo, anche l'irsutismo è ancora presente...
Vi ringrazio per l'aiuto che vorrete darmi
[#1]
Dr. Davide Brunelli Dermatologo 2,9k 84 1
Gentilissima Utente,
Per i capelli ci vuole un po' più di tempo prima di apprezzare l'effetto del ciproterone acetato, il principio attivo del Diane che agendo da antiandrogeno le ha fatto regredire il quadro acneico. Per quanto tempo dovrà assumere il farmaco è diffcile da stabilire e sicuramente la sua ginecologa è in grado meglio di noi di seguirla sotto questo aspetto. Al prossimo controllo, in caso di difficoltà a riscontrare miglioramenti, potrebbe eventualmente chiedere se fosse appropriata al suo caso la cosiddetta "sequenziale inversa" cioè l'aggiunta di un surplus di ciproterone acetato. Il raggiungimento del peso forma è indispensabile. Infine potrebbe migliorare il quadro applicando prodotti specifici per i capelli: per questa cosa dovrà necessariamente rivolgersi al dermatologo che, studiando la sua situazione, saprà consigliarla ed illustrarle tutte le terapie di cui disponiamo.
Cordiali saluti

Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta, ho il prossimo controllo ad aprile 2013.
C'è un periodo dopo cui normalmente si vedono gli effetti della Diane?
[#3]
Dr. Davide Brunelli Dermatologo 2,9k 84 1
E' variabile, comunque almeno tre quattro mesi bisogna aspettare prima di giudicare l'efficacia.
Cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio