Utente 270XXX
Salve
sono un ragazzo di venti anni e piu o meno da quando ne avevo 15 mi è comparsa l'acne. Da un anno a questa parte ho notato che l'acne è diminuita anche se purtroppo non riesco ad eliminarla del tutto. Sto usando la clindamicina ma il trattamento si sta rivelando poco efficace. Vi è una diminuzione del rossore ma i brufoli ad oggi dopo 2 settimane di trattamento non sembrano diminuire. Dovrei cambiare farmaco o persistere? o dovrei utilizzare un antibiotico diverso e se si cosa mi suggerite di fare?
p.s. Non so se questo potrebbe avere qualche nesso ma sto soffrendo ultimamente di una forma di allergia di causa sconosciuta curata con antistaminici
La ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi

28% attività
0% attualità
12% socialità
CASTELVETRANO (TP)
ROMA (RM)
MARSALA (TP)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, la clindamicina è un ottimo presidio nella gestione dell'acne, ma il suo uso prolungato può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione e selezionare anche dei ceppi batterici resistenti a tale antibiotico. Per ciò che concerne la gestione della sua condizione, in tale sede non è possibile stabilirla, in quanto l'acne è un disturbo complesso, che va trattato in base alle caratteristiche cliniche del soggetto con presidi topico e/o sistemici. Quello che posso consigliarle è di recarsi da un collega dermatologo.
Saluti
Dr. Carlo Mattozzi