Utente 332XXX
Buonasera Dottori.
Chiedo gentilmente se potete aiutarmi in merito ad alcune mie perplessità.

Soffro di acne da quando avevo 13 anni, adesso ne ho 38 e vi lascio immaginare i ricordi che mi ha lasciato in viso.
Prima di Natale mi sono recata presso un dermatologo di Milano, piuttosto conosciuto, che usa il Fraxel
Avevo già letto in rete di questo metodo ma non ho sentito pareri eclatanti in merito, anzi, molti hanno indicato danni permanenti che si sono manifestati dopo un annetto dal suo utilizzo ( lesioni, perdita della massa grassa della pelle ) e onestamente mi hanno un po' spaventata.

In altri casi ho letto che non vi sono stati risultati a livello di cicatrici, ma rossori permanenti sul viso, macchie e addirittura i " quadratini" lasciati dal passaggio del macchinario-

Prendo tutto con le pinze, sia i buoni che cattivi pareri, inoltre si parla di cose lette in rete, ma mi sono chiesta se in realtà non per tutti fosse adatto.

Adesso ho qualche brufolo sporadico, pelle sempre molto grassa ma che a differenza di anni fa, fa molta fatica a cicatrizzare. Un minimo brufoletto vive per un mese o anche più e se tutto va bene mi lascia una macchia rossa/marrone per 9/12 mesi, se mi va male, un'altra cicatrice depressa ( senza neppur avere toccato o martoriato il brufolo ).

La mia collega ( lei è più grande di me e ha la pelle secca ), ogni tanto ha un brufolo, magari anche grandino, tempo due giorni gli passa e non lascia macchie nè cicatrici, e sottolineo che è una che non si cura con mille creme, ha una crema idratante normalissima per il giorno e per la notte.

Non comprendo perché invece io ho continui danni

Mi chiedo se questo rappresenterebbe un intoppo , non produco collagene? Se utilizzo il Fraxel e non produco collagene potrò avere dei danni?
Non ho rivolto queste domande al dermatologo, non per sfiducia, però diciamo che sarebbe stato un po' di parte.( ovviamente nel caso decidessi farò tutte le domande del caso )

Anche il dermatologo che all'età di 24 anni mi aveva eseguito il tricloracetico e soluzione di Jessner mi ha rimbambita di mille belle parole, ma non vi è stato alcun risultato, oltre a delle sedute devastanti per il tempo di recupero ( si diventa peggio dei serpenti )

Ho fatto dal medico la prova Fraxel su una tempia con delle depressioni, la parte si è gonfiata molto per un paio di giorni, poi è rimasta rossa e un po' secca, un po' grinzosa, piuttosto bruttina, per una ventina di giorni e alla fine tutto è tornato come prima ( anche le cicatrici )
Il Dr. in ogni caso me lo aveva indicato che non avrei visto cambiamenti.

Ho letto qualche testimonianza anche qui sul forum e devo dire che non ho trovato persone entusiaste.
Vi ringrazio e porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
in estrema sintesi le confermo che il laseCO2 frazionato e'attualmente il gold standard per il trattamento delle cicatrici post acneiche, ovviamente fatto salva l'osservazione delle indicazioni corrette , precauzioni , e buona esecuzione.
Viene usato anche nel resurfacing anti invecchiamento per la utile azione di stimolazione rigenerativa.
Per il resto non so dirle , trattandosi di fatti da verificare con l'esame diretto del paziente.
Cordalita
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 332XXX

Buonasera Dr Griselli

La ringrazio per la gentile risposta.

In buona sostanza l'unico pericolo di questo laser è quello che non venga effettuato da mano competente e esperta.

Come per tutto, ci si augura sempre di mettersi nelle mani della persona giusta.

Un saluto e una buona serata

[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Nessuna metodica minimamente invasiva e' a rischio zero , ma confermo che, se ben utilizzato e su indicazione corretta , si tratta di procedura con ampi margini di sicurezza ed efficacia.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#4] dopo  
Utente 332XXX

La ringrazio Dr Griselli per il tempo che mi ha dedicato.
Cordiali saluti