Utente 399XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di quasi vent'anni e fin dai primi anni di superiori soffro di una forma media di acne, che si presenta con maggior intensitá ogni anno per tutto l'inverno; ho seguito e seguo cure dermatologiche, costituite da creme che hanno piú o meno effetto. In questo periodo ho notato la presenza di moltissimi punti neri che non toccandoli, siccome ho paura di schiacciarli, con il tempo diventano punti gialli, ricchi di pus. Da sempre ho due domande a cui non riesco ad avere una risposta chiara e soddisfacente, ovvero i punti neri devono essere schiacciati? Inoltre ho provato a lasciare stare i brufoli gialli ricchi di pus ma proprio non vanno via e anzi tendono a fare piú danni alla pelle, quindi il pus deve essere eliminato, schiacciando il brufolo o basta continuare ad applicare la crema del dermatologo sui comedoni infiammati?
Ringrazio in precedenza per la cordiale attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazza,

direi che la sua acne abbia bisogno, prima che di una manipolazione spesso molto rischiosa per esiti cicatriziali, di essere trattata con una terapia maggiormente specifca che possa probabilmente prevedere anche degli approcci sistemici, secondo un algoritmo diagnostico terapeutico per l'acne

Ad oggi l'acne di può e deve curare con efficacia.

Per ulteriori info personali può leggere www.acne.roma.it

Saluti

Dr Laino
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it