Utente cancellato
Spett.li Dottori, chiedo gentilmente la vostra opinione su un problema che mi sta creando una certa ansia e preoccupazione.
Sono stato colpito in zona occipitale della testa da una non bene identificata malattia cutanea che in brevissimo tempo mi ha creato una zona di 2-3cm di diametro, completamente senza capelli.
Poi la malattia è scomparsa, ma lo specialista sospetta che possa tornare e che possa trattarsi di LED.
In questo caso dovrò fare una biopsia e iniziare una cura adatta (chinino e cortisonici).
Il problema, soprattutto da un punto di vista psicologico è che questo fatto mi sta creando una forte ansia e stress, causata dall'imbarazzo di avere questa porzione di cuoio capelluto senza capelli (e dato che ho capelli folti e neri la cosa risalta di più). Sporattutto perchè avendo delle ritrose, la zona bianca si trova in un punto poco pettinabile e occultabile dagli altri capelli.
Il mio pensiero a questo punto è uno solo: effettuare un TRAPIANTO o un IMPIANTO di capelli.
Il medico non si è voluto sbilanciare, anche perchè dava ovviamente priorità alla cura della malattia anzichè all'aspetto estetico, ma mi ha anche detto che una zona colpita da lupus diventa fibrosa ed è difficlie che un trapianto di bulbi vivi possa attecchire.
Mi sono informato online e ho visto che esistono altre alternative tra cui l'impianto di capelli biocompatibili o di capelli sintetici.
Esiste anche la possibilità di intervenire chirurgicamente asportando ripetutamente una parte del cuoio rimasto senza capelli al fine di ridurre lo spazio vuoto.
Secondo voi, considerato il mio particolare problema, e considerata la vostra esperienza su altri pazienti, sarà più adatto il meodo del trapianto o quello dell'intervento?
Lo so che è solo un aspetto estetico, ma a me crea un fortissimo disagio, sono arrivato al punto di non uscire più di casa se c'è vento, non vado più al mare o in piscina, non posso più nemmeno andare sotto il sole per il rischio di esporre il cuoio capelluto ai raggi solari...
Grazie per la vostra comprensione, accetto volentieri un vostro parere!!!

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent. le pz
prima di tutto una diagnosi precisa . la alopecia da led è cicatriziale, e la area ha peculiarità ben diversa da una forma funzionale , quale ad es una areata , o altre. ma non arriva a questo stadio senza segni precedenti. Comunque, diamo per prima questa diagnosi.
Una volta che la chiazza sia stabilizzata , e si abbia la visione d'insieme , compreso la indicazione sulla evolutività, si potrà decidere come agire., anche perchè è chiaro che una autotrapianto che potrebbe portare alla distruzione dei follicoli trasferiti, in prima battuta , non è ideale.
Ma per ogni cosa alternativa bisogna avere chiaro il quadro , e la diagnosi corretta.Per il problema estetico per il momento possono essere usati accorgimenti come polveri ad azione elettrostatiche , o altri accorgimenti temporanei. poi si agirà.
cordilaità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)