Utente 857XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 31 anni e in seguito ad una visita dermatoliga per una macchia abbastanza estesa di colore rosso sul glande e in seguito alla biopsia eseguita vorrei che qualcuno di voi mi potesse commentare il risultato:

minuto frammento superficiale di epitelio squamoso, con lieve iperplasia dello strato basale e focale cheratosi.

Il mio dermatologo mi ha detto che potrebbe trattarsi di una banale psoriasi e di continuare con clobesol unguento e acqua borica nei lavaggi.
ho usato il clobesol per una quindicina di giorni ma senza risultati.
la mia domanda è la seguente:
è possibile che sia una banale infiammazione dovuta a una eccessiva secchezza del glande e che tutto possa tornare col tempo a posto, in fondo a parte questa macchia non avverto alcun fastidio...

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

il referto è assolutamente aspecifico e a mio avviso da rivedere (non mi torna un iperplasia del basale) : sappia che nella psoriasi esistono altri reperti (iper-paracheratosi, acantosi, agranulosi et cetera) nulla di citato.

si determini con il suo dermatologo per maggiore chiarezza.

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 857XXX

Dott. Laino vorrei ringraziarla per la sua risposta.
In realtà il motivo delle mie precedenti visite dermatologiche che non spercificato in precedenza è stato determinato da una ferita che ho subito sul glande verso la fine dell'estate, ma non me ne capacito perchè tutto è avvenuto una mattina mentre urinando e scoprendo il glande mi si strappato un lembo di pelle (e visto le stelle).
Di seguito con il mio medico di base si era diagnosticato un herpes, trattato con antivirali, e successivamente questa manifestazione si è manifestata la macchia, e per questo ho continuato con le visite dermatologiche.
per quanto poco chiara possa essere la biopsia, e la diagnosi di psoriasi del dermatologo, è possibile quindi ad una reazione del derma di cicatrizzazione e quindi di un arrossamento della pelle che con il tempo si possa stabilizzare?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
E' impossibile trarre ipotesi così aleatorie: la diagnosi deve essere precisa: la raggiunga assieme al suo dermatologo, che possiede tutti i mezzi per ottenerla.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it