Utente 362XXX
Sono un ragazzo di 20 anni, 68kg per 180cm. Sono uno studente di medicina ma attivo fisicamente con uno sport agonistico che mi impegna per tre giorni a settimana. Premesso che sin dall'infanzia ho sempre avuto una fronte estesa con attaccatura alta. Lavo i capelli quotidianamente. Negli ultimi 6-8 mesi ho notato un progressivo diradamento dei capelli a ridosso dell'attaccatura frontale, con aree di circa 5mm^2 di assenza di capelli. Considerando che in quel periodo ero particolarmente stressato ho deciso di attendere in attesa di una ricrescita. Nel frattempo iniziavo a usare tipologie di shampoo neutre e abbandononavo l'uso seppur saltuario di paste modellanti. A gennaio, non notando miglioramenti, ho deciso di assumere un integratore alimentare in pillole specifico per rinforzare i capelli. La cura è durata due mesi. Nonostante ciò non ho notato migliorie e anzi sono aumentate le aree prive di capelli a livello dell'attaccatura frontale. La restante parte del capo è invece interamente rivestita, ivi inclusa la porzione occipitale.
Va precisato che negli ultimi 6 mesi ho anche ridotto l'apporto di zuccheri semplici, specie quelli aggiunti.
Quali potrebbero essere le possibili cause e soluzioni?
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Un arretramento frontotemporale potrebbe certamente , in una grande percentuale di casi, essere collegato ad un defluvium telogenico come espressione di una alopecia androgenetica , ma le cause potrebbero certamente essere altre (ci sono molte patologie del cuoio capelluto )
Una valida videodermatoscopia con una tricoscopia accurata potrebbe già dare una idea sella eventuale anisotrichia o della presenza di altri criteri. Certamente esami ematochimici su oligoelementi e altro vengono spesso prescritti se si sospetta uno stato carenziale , ma la visita può estendersi a diagnostiche più di secondo livello quali tricogrammi classici e induttivi o test genetici.
Deve fare la visita.
Cordialita Dott.G.Griselli
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)