Utente 501XXX
gent.le dottore,
ho una lesione al labbro superiore, proprio al centro del labbro, esteticamente nascosta poichè situata immediatamente interna al labbro, quindi non visibile esternamente. Mi è comparsa verso agosto scorso, forse in seguito ad una bruciatura con un sofficino bollente da me inizialmente sottovalutata. Recata in farmacia dopo un paio di settimane, il farmacista ha ipotizzato essere un Erpes al 99,99% e mi ha dato un farmaco. Non andando via mi sono recata da un dermatologo molto rinomato. Egli mi ha dato Dermadex pomata e Ceralip. Nessun miglioramento,ipotizza una Chelite e mi dice di andare dal nr.1 tra gli specialisti dermatologi per le labbra di cui mi fornisce il nome. Io intanto mi reco per comodità di dislocazione da un altro bravo dermatologo della mia zona, che mi fa fare esame culturale dal quale risulta esserci: moderato sviluppo di Candida albicans, l'antibiogramma evidenzia essere sensibile a: 5 Flucitosina, Amphotericina B,Voriconazolo. Faccio anche tampone faringeo risultato negativo.Il dermatologo mi prescrive una pomata: "Daktarin 2%gel orale Miconazolo" per 15 gg. ma la cosa nn migliora. Recatami dal mio dentista per altri motivi egli mi dice toccando la lesione trattarsi di cisti mucoide e si offre di toglierla subito..io ci volgio pensare perchè mi sembra inverosimile che due specialisti nn se ne siano accorti, anche se devo dire che effettivamente gli altri nn la avevano toccata ma solo guardata. Mi reco nuovamente dal dermatologo che mi aveva prescritto Daktarin che, messo al corrente di ciò che aveva detto il dentista, tocca la parte e anch'egli ipotizza una cisti mucoide che mi dice eventualmente toglierebbe lui con azoto liquido, ma vuole prima fare Epiluminescenza. Io sinceramente comincio a nn capirci più nulla, decido di telefonare a quello specialista dermatologo per labbra al quale ero stata indirizzata dal primo dermatologo consultato. Al telefono chiaramente il professore mi dice che doveva vedermi, che l'epiluminescenza nn serve affatto e mi dice che se c'è qualcosa la risolve lui, se c'è da fare esame istologico lo fa lui. Quindi fiduciosa mi reco da lui. Egli dice nn essere nulla di brave, essere una cisti mucoide, anche se di solito queste cisti si formano al labbro inferiore, mi dice che nn si deve togliere con azoto liquido e nemmeno dal dentista, ma che devo andare da un chirurgo plastico e mi da nominativo di uno bravo. Sulla richiesta mette "cisti mucoide (?) labbro superiore- asportazione ed esame istologico". Comincio veramente ad essere confusa e gradirei sapere se, secondo voi, c'è qualche esame che dovrei fare ancora? Posso toglierla con azoto liquido o no? L'asportazione deve esser fatta proprio da un chirurgo plastico? Gli eventuali punti di sutura, che dovrebbero esser messi all'interno, darebbero un aspetto diverso esteticamente al labbro? C'è possibilità di rivolgersi al SSN per nn spendere ulteriori cifre, perchè mi sta costando una fortuna questo scherzo? E principalmente si può eventualmente togliere col Laser? anche perchè i medici da me consultati sono tutti veramente anziani e, ipotizzo nella mia ignoranza in materia, potrebbero non essere a conoscenza, seppur bravi,di nuove tecniche di asportazione meno invasive?
Con la speranza che possiate togliermi qualche dubbio Vi ringrazio Amalia

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Amalia,

una cisti mucoide quadnto diagnosticata dal dermatologo non pone grandi problemi per la sua eliminazione: ve nesono molteplici e non serve l'intervento del plastico per la sua rimozione (spesso non è necessaria nemmeno la sutura)

si determini con il suo dermatologo di fiducia

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it