Utente 988XXX
Buon giorno,
vado dritta al punto e vi chiedo consiglio.
Un annetto fa, durante una visita ginecologica feci presente al mio ginecologo che proprio sulle grandi labbra, più precisamente la destra mi era venuta come una pallina "bianca" sottopelle di circa 3/4mm di diametro.. egli controllandola mi disse che si trattava semplicemente di una piccola ciste e che sarebbe potuta passare da sola o anche se ciò non fosse avvenuto non mi avrebbe creato problemi, a meno che non fosse "cresciuta" e allora si sarebbe dovuta asportare chirurgicamente.
Ora.. in questi mesi la ciste non mi ha dato alcun problema, certo non mi entusiasmava l'avere quella pallina proprio lì ma non mi ha mai dato alcun fastidio.
Ma ora.. 3 giorni fa mi son depilata l'inguine con il rasoio (facendo attenzione a non sfiorarla nemmeno),fino a ieri nessun problema ma probabilmente a causa di un po' di prurito mi son grattata ed ora ho notato che è infiammata.. la pelle è diventata rossa sia sulla ciste che nella zona circostante e inoltre la ciste si è anche un po' gonfiata, e mi fa male.
Purtroppo non riesco a rintracciare il mio ginecologo e tenendo conto siamo prossimi al fine settimana non potrò contattarlo prima di lunedì.. cosa posso fare?
Posso eventualmente prendere una pomata antinfiammatoria, sarebbe opportuno assumemere un antibiotico?
Non sono particolarmente preoccupata ma forse sarebbe meglio prendere "qualcosa" per tamponare l'infiammazione oppure non succede nulla e mi devo solo tranquillizzare?
Sia camminando che stando seduta la parte mi fa male.. non è proprio una situazione piacevole!!
E altra domanda.. forse un po' azzardardata visto che ovviamente non potete fare una diagnosi via pc, ma qualora la ciste non "rientrasse".. sarei per forza obbligata a asportarla chirurgicamente?
Vi rigrazio fin da ora per le vostre possibili risposte e delucidazioni.
Cordiali saluti
Francesca

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

non potendo indirizzarla verso una terapia specifica senza una diagnosi (da questa sede è impossibile per vari e ovvi motivi) e supponendo orientativamente diverse e dissimili cause (che passano da una "bartolinite" ad una cisti sebacea infiammata a molto altro ancora) ritengo opportuno che lei reperisca un medico di sua fiducia o il medico di famiglia per una prescrizione antiflogistica che possa aiutarla nel tempo prima della visita: consiglio naturalmente di pensare al dermatologo venereologo per questo tipo di problemi

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 988XXX

Grazie dott. Laino per la tempestività.. capisco che non sia possibile per molteplici motivi darmi indicazioni più precise in merito a eventuali terapie da seguire prima della visita dal mio ginecologo (che fra l'altro non riesco proprio a trovare!).. domanda.. ritiene che debba rivolgermi in modo tempestivo ad un altro medico?Domani essendo sabato dubito di "beccare" il mio medico di famiglia, sarebbe forse opportuno che andassi al pronto soccorso?
Non voglio essere eccessivamente apprensiva ma siccome fa male e mi sembra che la ciste sia addiruttura più infiammata di sta mattina, bhè che faccio fino a lunedì?.. magari al pronto soccorso possono prescrivermi qualcosa o eventualmente fare qualcosa?
E inoltre, perdoni se mi dilungo ulteriormente e la mia ignoranza in questo settore ma, che cosa sarebbe la bartolinite?.. non ha per niente un bel "suono" come parola!
Grazie ancora per la sua pazienza e cortesia.
Francesca

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sicuramente, nei presidi di pronto soccorso, potranno fornirle un supporto Medico di prima necessità: quello che le serve se il dolore e l'apprensione sul suo stato aumentano.

ci tenga pure aggiornati se vorrà.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 988XXX

Buon giorno Dott. Laino.. son finalmente riuscita, dopo svariati tentativi, ad intercettare il mio ginecologo.
Essendo lui via non mi potrà visitare prima di martedì ma mi ha gentilmente rassicurata per telefono.
Indicandomi inoltre quale antibiotico ed antinffiamatorio assumere per non dover aspettare per forza fino a martedì.. son decisamente più tranquilla!!
Per adesso fa ancora male ma già da domani con i medicinali la situazione dovrebbe cominciare a migliorare..almeno così mi ha detto.
E per il futuro .. bhò.. magari sarebbe opportuno "levare" la ciste.. dopo questa "bella" infiammazione non mi va molto di continuare a tenerla lì.. se è possibile e l'intervento non è troppo invasivo a questo punto preverirei levarla di mezzo in modo definitivo!... che le sappia è un tipo di procedura complicata?.. si esegue con una semplice anestesia locale?.. e ci vuol molto a "guarire"?
Grazie ancora per la sua estrema disponibiilità.. Lei e i suoi colleghi siete da lodare per la pazienza e professionalità con il quale cercate di aiutare e consigliare le persone come me.
Grazie mille.
Francesca

[#5] dopo  
Utente 988XXX

Rieccomi..senta mi sorge un dubbio:
Il ginecologo (con il quale non riesco muovamente a mettermi in contatto)mi ha detto di assumere Ciproxin 500 come antibiotico (essendo io allergica a vari antibiotici prendo sempre questo sapendo che non mi da complicanze)..ora.. io ho preso la prima compressa ma mi sorge il dubbio che l'antibiotico possa avere interazioni con la pillola.
Io prendo Fedra e anche se ovviamente al momento non intendo avere rapporti sessuali vista la dolorosa infiammazione, mi domandavo se l'antibiotico può diminuire l'effetto della pillola.. prima di terminare il blister della pillola mancano ancora 2 settimane.. e quindi.. posso avere una volta passata l'infiammazioni rapporti non protetti o vista l'assunzione del Ciproxin devo usare anche altri metodi contraccettivi per sicurezza?.. Ho letto tutto il bugiardino dell'antibiotico ma tra tutte le interazioni e controindicazioni citate ci ho capito ben poco!
Scusi se le ho nuovamente scritto..
Grazie
Francesca