Utente 508XXX
Salve dottore,
Sono un ragazzo di 28 anni.
Volevo avere un chiarimento su una curiosità.
Durante una visita medica per ricevere un visto di lavoro, è stato riscontrato sono risultato positivo alla Sifilide.
Ho contratto la malattia dopo un rapporto sessuale passivo con un altro uomo.
Il dottore mi ha chiesto con chi avessi preso la malattia, io nell’imbarazzo ho risposto con una donna e lui mi ha detto che dalle analisi gli sembrava strano che avessi contratto la malattia con un a donna dai risultati che aveva.
Questi sono i risultati dell’esame:
•(a) anticorpi anti treponema tirali (EIA): esito-positivo, int. di riferimento-negativo.
•VDRL-RPR: esito +++, int. di riferimento-negativo
•TPHA: esito- sup a 1:10240
Posso chiederle da cosa si capisce che ho contratto la sifilide da un rapporto omosessuale?
Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, è impossibile capire da dove sia stata attinta questa infezione! Un medico può dire solo se c’è o non c’è una positività alla sifilide, dedurre i tempi di insorgenza, ma di certo non è possibile sapere da quale partner sia stata contratta.
cari saluti
Dott.Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it