Utente 937XXX
Dovrei fare a breve una visita dermatologica per il controllo dei nevi che eseguo annualmente. Il mio quesito riguarda la metodologia utilizzata: il mio dermatologo di fiducia non ha mai riscontrato (3 anni a questa parte) un neo sospetto ed effettua la visita con la classica lente manuale (applica anche dell'olio) che appoggia sulla cute. Accompagnando mia cugina che va da un altro dermatologo ho notato invece che ha uno strumento elettronico che poggia sempre sulla pelle e l'immagine ingrandita del neo appare su un monitor pc. Vorrei sapere se si tratta di metodiche diverse o solo di strumenti diversi per fare la stessa cosa diciamo?...è preferibile che cambi specialista e richieda se ha determinate apparecchiature a disposizione?

Perdoni la mancanza totale di tecnicismi...ma non sono proprio esperto e ho cercato di fare del mio meglio per farmi capire...

grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

che sia manuale o computerizzata, stiamo parlando di EPILUMINESCENZA: la tecnica non invasiva di imaging che DEVE sempre essere effettuata in caso di lesioni pigmentarie neviche della pelle.

Non si preoccupi, la strada che sta seguendo è quella giusta.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it