Utente 117XXX
Buonasera,
sono una ragazza di quasi 19 anni, soffro d'asma, sono abbastanza sensibile a pollini, peli di animali e polvere. Ho una carenza di ferro che sto curando con delle pastiglie di ferro appunto e ho recentemente scoperto un valore poco più alto della norma di blilirubina.
cira un mese fa mi sono esposta al sole, il risultato é che la sera aveva la pelle del petto, delle gambe, delle braccia e della schiera irritate, erano rosse e mi prudevano. Nei giorni a venire sono apparsi dei piccoli "brufoletti sottopelle"... non contenevano pus o altro era la grana della pelle che non era affinata e compatta ma cosparsa di queste zone irritate e gonfiette.
La dottoressa di base ha stabilito che avevo la pelle molto secca e il sole, il sudore e qualche allergene mi abbiano provocato questo sfogo.
10 giorni di antistaminici più crema a base di cortisone sulle zone irritate. Ammetto che é passato tutto dopo quei 10 giorni, ma da allora non mi sono più esposta al sole.
Oggi, a un mese di distanza, l'ho fatto, nelle ore meno calde con adeguata protezione. Il risultato é lo stesso. Pelle irritata e pruriginosa. Ma non era secca perché dalla prima volta ho badato a tenerla sempre idratata.
Potrebbe dipendere proprio dal sole? non mi era mai successo nulla di simile.
Dopo la prima volta ho eliminato la crema solare a base di betacarotene e il betacarotene che stavo assumento pensando che ci fosse una correlazione ma dopo un mese senza il loro impiego mi ritrovo ancora questa fastidiosa irritazione. Esiste un modo per capire se é il sole? un test o altro?
Cosa potrebbe essere?
Prossimamente vedrò di nuovo la dottoressa, ma un vostro parere sarebbe molto ben accetto.

Grazie in anticipo,


Anita.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

si affidi al dermatologo perchè di diagnosi con queste morfe cliniche ce ne sono a bizzeffe.

impossibile orientarla in modo serio, oltre a dirle che ogni trattamento cortisonico dovrebbe essere evitato prima della visita.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it