Utente 306XXX
salve,
ho 32 anni e già da moltissimi anni (almeno 6/7 o forse anche più) mi capita in alcune occasioni che a distanza di 3/4 ore dal termine del pasto (sempre quello di mezzogiorno) mi venga come un attacco di fame irrefrenabile ed improvviso, con tremori e sudorazione eccessiva, e che si calma a distanza di alcuni minuti mangiando qualcosa.

ne ho parlato con il mio medico e lui mi ha chiesto se ho parenti diabetici (mio nonno per un periodo aveva preso la pastiglia ma poi l'aveva smessa) e mi ha ordinato degli esami del sangue con l'emoglobina glicata che è risultato 5,5% e glucosio a 82. questo esame (emoglobina glicata) lo avevo già fatto in gravidanza 5 mesi fa ed era a 4,9% e gli esami del sangue li faccio ogni anno e la glicemia a digiuno si attesta sempre intorno agli 85.

la domanda è: da quello che ho letto mi sarei aspettata che il dottore mi prescrivesse l'esame della curva glicemica, per controllare se ci sia un problema di ipoglicemia reattiva o postprandiale, invece mi ha prescritto soltanto l'emoglobina glicata e il glucosio.
mi potrebbe spiegare gentilmente se i due esami sono intercambiabili tra loro?

altra domanda: se si scoprisse che è un problema di ipoglicemia reattiva, il cammino verso il diabete è certo o si tratta di una situazione facilmente reversibile?

grazie mille per l'attenzione e la pazienza.
alessia.

PS probabilmente non è attinente con tutto questo ma dalle analisi risulta anche che Ab antiTIREOGLOBULINA è a 11,8 U/ml.

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta

28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora, l'emoglobina glicosilata (HbA1c) è la media delle glicemie degli ultimi tre mesi precedenti il momento del prelievo, mentre la glicemia è espressione di quanto glucosio è presente nel momento stesso in cui è stato effettuato il prelievo. Vista la familiarità, la sintomatologia e la condizione di sovrappeso si potrebbe effettuare una curva da carico orale di glucosio con determinazione della glicemia e dell'insulinemia a T0' e a T120' (a tempo zero e dopo due ore).
Una eventuale, e per ora ipotetica, condizione di iperinsulinismo potrebbe spiegare i suoi sintomi e si potrebbe correggere con opportuni interventi terapeutici. Tale condizione con un intervento precoce mirato alla modifica dello stile di vita (alimentazione e attività fisica) potrebbero metterla al sicuro da un diabete conclamato, in quanto reversibile.
Le confermo inoltre che il valore degli anticorpi anti tireoglobulina non sono attinenti al contesto.
Molto Cordialmente
Dott. Mario Manunta
Senior Clinical Diabetologist