Utente 132XXX
Egregi dottori, vi scrivo per avere qualche delucidazione sullo stato di salute di mia mamma(1964,1,60 H,54kg). Vi spiego la vicenda: nel 2002 mentre stava lavorando senza aver preso nessuna botta sente un forte dolore al ginocchio che non riesce più a muovere, dalla radiografia risulta una micro frattura al ginocchio e il menisco rotto. gli vengono ordinati alcuni esami del sangue i cui esiti fanno pensare ad un qualche problema al midollo e o al sangue come ad esempio plasmocitoma o mieloma . Premetto che mia madre è affetta da epatite B la quale ha tenuto sotto controllo con una terapia di interferone che ora l'ha "resa inattiva" e che ha vuto una giovinezza "difficile" con uso di sostanze stupefacenti(eroina) onde per cui la sua condizione di salute non è delle migliori.dai vari esami successivi che ora non posso precisare perchè sono uno studente universitario fuori sede e non ho sotto mano, si arriva a fare una scintigrafia midollare con liquido di contrasto il cui risultato è //stadio 2 a, classificazione scintigrafica di muntz// diagnosi che nessun medico ha saputo interpretare,l'unica cosa che so è che il tecnico ha detto che è una mallattia con 4 stadi ma che bisognava sentire uno specialista.Nel tempo poi gli è stato ordinato un intervento di biopsia per analizzare l'osso del ginocchio ma hanno prelevato un campione troppo piccolo e non sono riusciti ad avere risultati attendibili( su questo passo oltre).Dopo varie risonanze magnetiche dubbie risultano delle riconversioni midollari in ginocchia, anche ,spalle, scatola cranica. Comunque arrivando al punto( e avro sicuramente saltato parecchie cose) la settimana scorsa va a fare altri esami ematologici e la dottoressa che gli ha letti ha ordinato una nuova biopsia alla spina dorsale per avere una campione analizzabile per scongiurare un " mieloma non secernente" o altra malattia degenerativa delle ossa. Ora chiedo gentilmente se qualcuno mi può spiegare nonostante le poche informazioni date che cos'è questo 2° stadio di muntz , che possibilità ci sono che si tratti di questa patologia e se mi sapete indicare un centro dove farle fare delle analisi anche qui in toscana dove studio io o dove sia. Ringrazio anticipatamente per la Vostra cortese attenzione e mi scuso per la complessità della mia richiesta in relazione a pochissimi dati forniti. grazie mille

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
La classificazione del mieloma si basa di norma su tre o quattro stadi, ma non và sotto il nome di Muntz; comunque a parte questo bisognarebbe sapere se si tratta di mieloma secernente o no. In quest'ultimo caso è fondamentale la biopsia ossea. Riguardo poi l'interessamento osseo questo è caratteristico del mieloma.Quello che misembra strano è che dal 2002 non si sia ancora giunti ad una diagnosi di certezza. In Toscana presso FIrenze Careggi c'è un'ottimo centro ematologico; le consiglio di rivolgersi lì per tutti gli esami del caso.
Un saluto

A. Baraldi