Utente cancellato
Salve…. Vorrei un consulto, da maggio 2010 mia madre donna di 45 anni, ha riscontrato dei fenomeni strani ovvero gli usciva del sangue dalla bocca, inizialmente pensava che fosse un problema di gengivite, ma facendo controlli dal dentista non era affatto un problema orale. Faccio un piccolo passo indietro, nel novembre 2009 ha fatto delle banali analisi del sangue per semplici controlli di rutine, dal referto non c’erano grossi problemi nonché un po’ di anemia, poi verso febbraio riscontrò del sangue nelle feci, e il medico di fiducia gli disse che erano emorroidi anche perché il sangue era rosso intenso. Nel frattempo soffriva anche di gastrite, e il medico gli ha prescritto una gastroscopia, anche li non c’era da allarmarsi il referto era una “gastrite erosiva” il medico di famiglia dopo aver letto la diagnosi, gli ha prescritto dei farmaci da assumerli per 9 mesi il farmaco si chiama “peptazol 40”. ritornando a maggio la fuoriuscita del sangue persisteva ed era sempre più pallida, e fece delle nuove analisi per indagare cosa fossero quelle perdite di sangue. Infatti il referto era spaventoso perché i globuli rossi erano bassissimi……(premetto che nel frattempo fece anche un’altra visita al gastroenterologo e li consiglio un ricovero immediato dopo aver letto le analisi). Siamo al 22 luglio mia madre si ricovera e dalle analisi risulta una fortissima anemia, gli fanno delle trasfusioni e migliaia di esami, ma non capiscono da cosa fosse scaturita l’anemia. Fino a quando decidono di esamine il midollo, e da li si è capito il problema………gli hanno diagnosticato il “mieloma multiplo iga lambda” e da li è iniziato i nostro calvario. Adesso i valori sono quasi tutti aumentati la chemio procede abbastanza bene ed e già al 5 ciclo. Le domande che mi pongo sono le seguenti la malattia può essere stata scaturita dal farmaco peptzol? Perché il gastroenterologo gli disse che il seguente farmaco andava somministrato per 15 giorni e non per lungo tempo. Altra domanda la chemio può recare dei fastidi agli arti come dei blocchi o gonfiori? Ultima domanda mia madre è molto scoraggiata come se questa vita non le appartenesse più, ci sono speranze di vita?

Aspetto a breve una sua risposta cordiali saluti

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Signora la cura del mieloma oggi può contare su ottime terapie. Riguardo il farmaco citato non lo vedo in relazione al mieloma. La chemio può dare fastidi molteplici ma è sopportabile.
Un saluto

A. Baraldi